L'ingresso in campo del Ravenna domani sarà accompagnato da una suggestiva cornice di pubblico

Comunque vada, sarà un record. L’attesa spasmodica per il derby Ravenna-Cesena, che torna domani (ore 15) sulla scena di un campionato dieci anni dopo l’ultima recita, e la grande rivalità che divide le due tifoserie, ha fatto scatenare la corsa al botteghino. I dati della prevendita, con gli oltre mille biglietti venduti su entrambe le sponde, a cui si aggiungono gli oltre 1100 abbonati di fede giallorossa, permettono di stabilire il record di presenze e di incasso nella breve storia dell’attuale società, fermo ai 2637 spettatori di Ravenna-Rimini della scorsa stagione. All’orizzonte si staglia il dato dei 3977 spettatori di un Ravenna-Verona di Prima Divisione Lega Pro nel settembre 2009 che a oggi è tuttora l’ultima partita con il maggiore afflusso di pubblico registrato al Benelli.

Sarà spettacolo sugli spalti, dal momento che è uno dei derby più attesi e seguiti della Romagna, difficile capire che partita, invece, verrà fuori visto che le due squadre non attraversano un gran momento, col Ravenna che ha perso 4 delle ultime sei partite e col Cesena che ha preso solo un punto nelle ultime quattro partite.

Per la storia dei campionati è la sfida n. 37, la 19esima a Ravenna. Il bilancio complessivo di questo derby nato nel campionato di C 1941/42 vede i bianconeri in leggero vantaggio nel computo delle vittorie (15-13) con 8 pareggi a completare il tutto. Il fattore campo l’ha fatto da padrone: sono cinque i successi del Cesena in terra ravennate, e appena due quelli del Ravenna in casa bianconera. Curiosamente, le ultime vittorie esterne di entrambe risalgono al campionato di B 1993/94, col Cesena corsaro al Benelli per 2-1 e i giallorossi che si vendicano nel ritorno imponendosi per 2-0. Un successo, questo, che non basterà al Ravenna, matricola assoluta di quel campionato, a evitare la retrocessione. Nella memoria collettiva dei tifosi sono impresse, in particolare, tre partite: il successo per 2-1 del Ravenna nella B ‘98/99 con gol di Bertarelli al 94’; il mesto 0-0 sempre a Ravenna del 2007/08 all’ultima di campionato di B tra due squadre già retrocesse, e l’incredibile sconfitta dei giallorossi al Manuzzi, in occasione dell’ultimo match giocato, nel campionato di Prima Divisione Lega Pro 2008/09, quando in vantaggio 2-0 subirono la rimonta dei bianconeri, capaci di segnare tre gol in 18 minuti.