Inaugura domani, sabato 5 ottobre a Ravenna, la VI edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo. Quest’anno, per la prima volta, i monumenti Unesco gestiti dalla Diocesi ravennate partecipano a questo importante appuntamento.

Il 4 ottobre sono state inaugurate tre istallazioni musive site-specific, create da Felice Nittolo e a cura di Linda Kniffitz, allestite all’interno del Battistero Neoniano, in una sala del Museo Arcivescovile e nella Cappella Sant’Andrea.

“La Biennale del Mosaico unisce antico e moderno, arte e fede – ha sottolineato l’Arcivescovo di Ravenna e Cervia Lorenzo Ghizzoni –. Come Diocesi siamo felici di aver aderito a questa importante manifestazione ideata per valorizzare i tesori di Ravenna e per farli conoscere”.

“Le installazioni all’interno dei monumenti Unesco gestiti dall’Opera di Religione, conferiscono un valore ulteriore a questa VI Biennale – ha commentato l’assessore alla Cultura del Comune di Ravenna, Elsa Signorino –. L’arte di oggi dialoga con le testimonianze antiche. Il linguaggio musivo antico si misura con la contemporaneità e la fede”.

“I nostri monumenti non sono solo di musei – ha ricordato don Lorenzo Rossini, direttore dell’Ufficio Beni Culturali – ma sono principalmente degli edifici sacri che trasmettono un messaggio cristiano. Il cristianesimo è una religione sempre viva e siamo convinti che iniziative come queste rendano vivi i nostri monumenti”.

Nel Battistero Neoniano, Nittolo ha installato tre sfere ed una croce, interpretando il tema della Trinità. Nella Cappella Arcivescovile è ancora la sfera a dialogare con i mosaici antichi, mentre nel Museo l’artista ha allestito un’opera simile ad una sinopia, caratterizzata da un profilo dorato che crea l’immagine sacra, vicino al Mosaico della Madonna Orante

Martedì 8 ottobre alle 17 sarà inaugurato il progetto (parallelo) “Artifex Mosaico”, che vedrà protagonisti San Vitale, Sant’Apollinare Nuovo e Duomo. Trenta  studenti del Liceo Artistico di Ravenna, per due mesi, realizzeranno dei mosaici moderni nei siti antichi.


Sull’edizione di Risveglio Duemila in uscita l’11 ottobre ulteriori dettagli