Trasfigurazione, Sant'Apollinare in Classe
Trasfigurazione, Sant'Apollinare in Classe

Ravenna ancora sulle tv nazionali. Questa volta è stata Tv 2000, l’emittente della Cei, a dedicare una puntata del suo programma “La Santa Bellezza”, condotto in studio da padre Marko Rupnik, il gesuita artista, teologo e autore dei famosi “mosaici” ispirati a passi del Vangelo, ai monumenti bizantini della nostra città.

Nella puntata in onda domenica scorsa intitolata “Platone o i pani e i pesci”, padre Rupnik si è focalizzato sul concetto di simbolo, nel mondo greco e soprattutto nell’arte cristiana, perché “l’arte è comunicazione della Parola”. “In un cesto con due pesci il cristiano riconosce il mistero eucaristico; nella colomba la discesa dello Spirito Santo”.

Ed è proprio a questo punto che le telecamere di Tv2000 hanno inquadrato il Battesimo di Gesù del Battistero Neoniano: “Cristo è raffigurato nudo, per sottolineare la sua condizione di Dio fatto uomo: incarnandosi si è messo in fila per ricevere il Battesimo come figlio tra gli uomini”, ha spiegato il conduttore.

Poi l’inquadratura è passata sulla Trasfigurazione di Sant’Apollinare in Classe: “Lo splendore delle pietre – ha detto padre Rupnik – rimanda alla Gerusalemme celeste. Cristo è al centro della croce perché si è incarnato e attorno ci sono 99 stelle: proprio perché ne manca una si è incarnato. Quest’immagine ci ricorda che Lui ha preso la pecora smarrita e l’ha riportata a casa. Così noi abbiamo iniziato a respirare da figli di Dio”. La splendida catechesi di padre Rupnik è disponibile in replica su: www.tv2000.it