Alessandro Rivali sarà ospite venerdì 25 ottobre alle 18 alla sala Muratori della Biblioteca Classense per presentare il suo libro dal titolo “Ho cercato di scrivere Paradiso. Ezra Pound nella parola della figlia: conversazioni con Mary De Rachewiltz” edito da Mondadori, a dialogare con lui sarà Luca Gallesi.

L’opera nasce dalle conversazioni tra l’autore e la figlia di Ezra Pound, Mary de Rachewiltz, conversazioni che ruotano attorno alla sezione conclusiva dei Cantos di Pound e al senso di solitudine che lo scrittore avvertì al suo ritorno in Italia, con la figura di Dante come misura della sua ambizione. Un avvincente romanzo familiare e, allo stesso tempo, una immaginifica ascensione al Paradiso di Pound, per scovare infine quella luce che “come un barlume ci riconduca allo splendore”.

Ezra Pound (Hailey 1885, Venezia 1972) è uno degli spartiacque della letteratura del Novecento: con l’epica dei suoi Cantos ha osato una Divina Commedia per il nostro tempo ed è stato, inoltre, un impareggiabile e generoso “cacciatore di talenti”. Fu tra i primi a riconoscere e promuovere il genio di Joyce, T.S. Eliot e Hemingway. Eppure, il suo nome divide ancora ed è circondato da fantasmi e logori cliché che impediscono di toccare il cuore profondo della sua poesia e della sua umanità.

Alessandro Rivali è nato a Genova nel 1977. I suoi libri di poesie sono “La riviera del sangue” (Mimesis, 2005) e “La caduta di Bisanzio”(Jaca Book, 2010). Luca Gallesi insegna Lingua e letteratura inglese a Milano; dirige le collane “Poundiana” (Ares), “A lume spento” (Mimesis) e, con Gabriele Stocchi, “Oro e Lavoro” (Mimesis). Collabora da una ventina d’anni con le pagine culturali del Giornale e di Avvenire.