All’Opera di Santa Teresa oggi, in occasione della Festa della Patrona, Santa Teresa del Bambin Gesù,è chiesto di essere un “segno piccolo, ma efficace ed evangelico” del servizio di aiuto ai poveri, ai malati e abbandonati. Lo ha chiesto l’arcivescovo, monsignor Lorenzo Ghizzoni, durante la Santa Messa celebrata martedì 1 ottobre nella chiesa dell’Opera. Davanti a molti ospiti, religiose, personale e volontari, l’arcivescovo ha presieduto la celebrazione insieme al direttore e al vice-direttore dell’Opera, don Alberto Graziani e il diacono Luciano Di Buò.

“Santa Teresa si fece piccola, sia in famiglia, che nel monastero delle carmelitane in cui entrò a soli 15 anni – ha detto ancora l’arcivescovo – ma capì che, come ci insegna Gesù, più si è piccoli davanti agli uomini più si è grandi davanti a Dio. Chiediamo alla santa che ci aiuti a realizzare la via della piccolezza evangelica, sia come persone che come Opera”.

Le giornate di festa all’Opera continuano mercoledì 2 ottobre alle 10 con la Santa Messa dedicata al fondatore, don Angelo Lolli, che sarà celebrata da don Alberto Camprini.