(foto d'archivio)

Prima si è lamentato del rumore che due operai intenti ad effettuare alcuni lavori di potatura in un’area verde vicina a via Grado, stavano facendo, poi dopo avere estratto una pistola dalla cinta dei pantaloni, l’ha puntata al viso di uno dei due operai, e dopo averlo minacciato si è allontanato a piedi. Con il reato di minaccia grave, è indagato dalla Polizia in stato di libertà un 51enne italiano.
Gli agenti, raggiunto immediatamente il luogo dell’intervento, hanno raccolto le dichiarazioni delle persone li presenti, parti offese nella vicenda e successivamente hanno individuato la residenza dell’uomo, situata poco distante da quell’area verde.

Dopo l’arrivo di una seconda Volante i poliziotti sono entrati nell’appartamento, nel quale era presente il 51enne, pluripregiudicato, che alla vista degli agenti ha subito consegnato l’arma, risultata essere ad aria compressa, del tipo softair, privata del tappo rosso.
Subito sono scattate la denuncia dell’uomo all’autorità giudiziaria e il sequestro della pistola.