Una veduta panoramica di Cervia

340mila euro per le attività di 15 associazioni di pro loco dell’Emilia-Romagna: è questa la cifra che la Regione Emilia-Romagna ha deciso di stanziare per incentivare l’animazione turistica e la valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali dell’Emilia-Romagna, premiando la capacità organizzativa e l’efficacia dell’animazione turistica messa in campo dalle pro loco in tutto il territorio regionale.
Le attività sostenute riguardano la promozione di servizi e prodotti tipici turistici, del patrimonio storico locale ed eventi di valorizzazione del territorio. I contributi vanno dal 60 all’80% della spesa prevista nei progetti presentati.
Nel ravennate le risorse ammontano a oltre 65mila euro: 30 mila euro andranno all’associazione turistica Project pro loco Milano Marittima che raggruppa Milano Marittima, Fratta Terme, Pinarella, Terraeventi, Riviera dei Pini e Savio, mentre quasi 11.700 euro sono destinati rispettivamente alle tre proloco di Marina Romea (Marina Romea, Sant’Alberto, Casal Borsetti, Porto Corsini), Cotignola (Cotignola, Alfonsine, Fusignano, Lugo e Solarolo), e Casola Valsenio (Casola Valsenio, Brisighella, Riolo Terme, Faenza, Tossignano e Castelbolognese).
“Con questo bando la Regione riconosce l’impegno sociale e premia una forma di volontariato forte, presente su tutto il territorio regionale – spiega in una nota l’assessore regionale al turismo Andrea Corsini – e capace di rafforzare la coesione di comunità, mettendola a servizio della valorizzazione del territorio, della sua identità, dei suoi prodotti di eccellenza, aumentando così l’offerta turistica locale”.