Pubblicato nelle ultime ore il manifesto della visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Ravenna per commemorare il 30esimo anniversario della morte di Benigno Zaccagnini. Sarà una visita breve ma intensa quella di Mattarella a Ravenna. Poco più di un’ora potrà trattenersi il Presidente della Repubblica al Pala de Andrè per ulteriori impegni nel pomeriggio: ma una presenza significativa proprio perché denota l’importanza di esserci, nonostante i tanti impegni istituzionali ai quali il Presidente deve fare fronte ogni giorno. D’altra parte, come ha spiegato il sindaco annunciando la visita di Mattarella a Ravenna, si è trattato di “un invito sia all’istituzione che alla persona, per la condivisione umana e professionale che ha avuto con Zac”.

L’appuntamento con la giornata di commemorazioni per il trentennale dalla morte di Zaccagnini è per le ore 11 (entro le 10 si potrà entrare nella struttura) al Pala De Andrè, scelto come teatro delle celebrazioni per far partecipare il maggior numero di cittadini.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Ravenna Michele de Pascale, è previsto un intervento del professor Guido Formigoni, docente di storia contemporanea dell’Università Iulm, che traccerà un profilo storico-biografico di Benigno Zaccagnini.E, a seguire, la proiezione di una sintesi del documentario sulla vita di Zaccagnini prodotto da Rai cultura, la cui versione integrale andrà in onda la sera stessa alle 21 su Rai Storia.

Dopo l’appuntamento al Pala de André, Mattarella si recherà al cimitero per l’omaggio alla tomba di Zaccagnini, accolto dall’arcivescovo di Ravenna-Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni. Il Presidente della Repubblica dovrà poi lasciare Ravenna. Ma il programma delle commemorazioni proseguirà nel tardo pomeriggio, alle 18, quando sarà lo stesso Ghizzoni a celebrare la Messa in suffragio di Zac a Santa Maria in Porto.