I firmatari dell'accordo

E’ stata firmata questa mattina, venerdì 18 ottobre, la convenzione tra il Comune e le associazioni di categoria (Confcommercio-Imprese per l’Italia, Confesercenti, Cna e Confartigianato) per l’attuazione del progetto di promozione e marketing del centro storico di Ravenna nel biennio 2020/2021.

La convenzione contiene gli impegni e gli accordi reciproci intesi all’attuazione del “Progetto di valorizzazione e gestione condivisa del centro storico di Ravenna” che, in coerenza con quanto già tracciato dai risultati ottenuti dai progetti precedenti, mira ad affermare il ruolo del centro storico quale volano e traino dello sviluppo socio-economico e imprenditoriale locale facendo rete e sistema per costruire l’immagine di una città coesa e identitaria, di qualità, sostenibile e in grado di proporre nuovi modelli di sviluppo.
“Il progetto si coordina con le progettualità precedenti – sostengono gli assessori Cameliani (Sviluppo economico) e Fusignani (delega al Centro storico) – che si sono rivelate efficaci per il rilancio, ma viene corredato e integrato da nuove azioni tese a consolidare i risultati raggiunti e a puntare verso ulteriori traguardi legati ad una qualificazione che vuole essere ancora più innovativa e all’avanguardia”.

“Si parte sempre dalla volontà del confronto continuo e sistematico – evidenziano i rappresentanti delle associazioni firmatarie, Mambelli, Tagiuri, Burioli e Piazza – per ricercare linee strategiche comuni di intervento e sviluppare un modello di partnership pubblico/privato inteso al migliore e più razionale ed efficace utilizzo delle limitate risorse disponibili con azioni puntuali ed efficaci”.

Tra gli obiettivi del progetto, una maggiore valorizzazione delle iniziative di animazione, programmando eventi che prevedano attività diversificate, evitando sovrapposizioni; la definizione di un calendario unico degli eventi, sia interni sia esterni al Centro storico, ponendo in essere un’immagine unitaria dell’intero centro urbano; la distribuzione costante degli eventi durante l’intero arco dell’anno; la valorizzazione degli elementi attrattivi relativamente all’arredo urbano, alle informazioni sugli eventi, ai sistemi di comunicazione e promozione commerciale; incrementare la rete commerciale e artigianale tradizionale con il rilancio di strategie capaci di mettere in luce ambiti attualmente bisognosi di maggiore visibilità; incentivare l’incoming verso il Centro storico attraverso la qualificazione dell’offerta in genere.

Il Comune stanzierà 100 mila euro finanziati principalmente tramite il contributo regionale previsto dalla legge 41/97.