Una scena da Berlino, 30 anni fa, alla caduta del muro

Sabato 9 novembre ricorre il Giorno della Libertà, istituito nel 2005, per ricordare l’abbattimento del muro di Berlino. A trent’anni dall’avvenimento Ravenna festeggerà la ricorrenza con vari eventi.

Le attività inizieranno alle 10.30 in piazza del Popolo con l’associazione Il Lato Oscuro della Costa, che curerà l’animazione, e il coinvolgimento del rapper Murubutu che dialogherà con Moder e dal Teatro delle Albe, in collaborazione con IAC Centro arti integrate (Compagnia di giovani artisti di Matera 2019), nella logica della non-scuola di Ravenna. Alle 12 seguirà l’inaugurazione della mostra documentaria “DI-VISION” curata dall’Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea nello spazio di palazzo Rasponi 2, che resterà visitabile fino a giovedì 14 novembre, dalle 15 alle 19.
Alle 16 si terrà il convegno nella Biblioteca di Storia contemporanea Oriani organizzato dalla Fondazione Casa di Oriani dal titolo “La caduta del Muro trent’anni dopo. L’Italia, l’Europa e il mondo dalla speranza al disinganno”, con le relazioni di Antonio Varsori, Elena Calandri, Sandro Rogari. La giornata sarà il momento di avvio della più ampia rassegna “1989+30” che si terrà dal 18 novembre al 14 dicembre.