Un momento della conferenza stampa

Sarà assegnato al giornalista e scrittore Ferruccio de Bortoli, presidente della casa editrice Longanesi e già direttore del Corriere della Sera e del Sole24Ore, il Guidarello ad honorem della quarantottesima edizione del premio per il giornalismo d’autore organizzato da Confindustria Romagna e presentato questa mattina nella sede di Confidustria Romagna.  La cerimonia di consegna dei premi si terrà al Teatro Alighieri di Ravenna sabato 23 novembre alle 17.30, sarà condotta da Bruno Vespa e presentata da Margherita Ghinassi.

 “Abbiamo voluto attribuire il nostro riconoscimento a un testimone privilegiato ed estremamente qualificato dei profondi cambiamenti che caratterizzano la comunicazione pubblica nei nostri tempi”, spiega il presidente degli industriali romagnoli, Paolo Maggioli.

Per il giornalismo nazionale, la sezione società premia la cronista Agnese Pini, che da agosto guida La Nazione. Nella sezione cultura il riconoscimento è attribuito ad Antonio Polito, vicedirettore del Corriere della Sera, per la raffinatezza delle sue analisi che cercano di scuotere il mondo politico. Infine per la sezione radio/televisione il premio va Franco Di Mare, vicedirettore del TG1, che è stato corrispondente di guerra nelle aree più calde del mondo.

Per il giornalismo Romagna questi i riconoscimenti della giuria presieduta da Roberto Balzani:  – sezione società: Roberto Gagnor (oggetto e sceneggiatura) e Giampaolo Soldati (disegni) per l’episodio Pico di Bisanzio e il mosaico barbaro in “Topolino” n. 3301, che valorizza la città presso un pubblico di giovani e appassionati;

– sezione cultura: Fiorenzo Landi per il saggio Paolo Fabbri storico sul numero XXV di “Ravenna studi e ricerche” che tratteggia la figura e l’opera del geografo recentemente scomparso, intellettuale con lo sguardo sempre rivolto al territorio;

– sezione audiovisivi: Francesca Fialdini e Angela Rafanelli per il programma “In viaggio con lei: Rimini” trasmesso su RAI3, che guida con leggerezza attraverso luoghi, personaggi, miti, che hanno contribuito a creare, modificare, rinnovare l’immagine di Rimini.

Il premio Guidarello Turismo è attribuito dalla giuria guidata dal presidente di Federturismo, Gianfranco Battisti, al comico Paolo Cevoli per la web serie “Romagnoli dop”, progetto realizzato con la Regione Emilia-Romagna e Visit Romagna per valorizzare non solo il territorio, ma tutta la sua gente e il suo spirito di accoglienza e ospitalità unici, che hanno fatto il successo del turismo in Romagna.

Come ogni anno, salirà sul palco anche la classe vincitrice del XIII Guidarello Giovani, la cui premiazione si terrà martedì 19 novembre alle ore 10 al Palazzo dei Congressi di Ravenna.

Il Premio Guidarello gode del patrocinio del Ministero per i Beni e le attività culturali, della Provincia di Ravenna, con la compartecipazione dell’assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, è realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Ravenna, in partnership con Eni, con il sostegno Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e grazie a Bper Banca e Intesa Sanpaolo.

Nel corso della conferenza stampa è stata ventilata l’ipotesi di incentrare l’edizione numero cinquanta del Premio Guidarello, che cadrà nel 2021, sulla figura di Dante Alighieri, visto che proprio in quell’anno sono previste a Ravenna le celebrazioni per il settimo centenario della morte dell’autore della Divin Commedia.