Un agente di Polizia spiega a una studentessa l'uso del sistema Alcovista

Continua l’impegno della Polizia Locale di Cervia sul fronte della prevenzione. Alcuni agenti si sono recati nelle classi quarte dell’Istituto Alberghiero “Tonino Guerra”, per presentare agli studenti un significativo progetto di sicurezza stradale e legalità, attraverso l’analisi di alcune tematiche molto attuali come la sicurezza stradale, in particolare il texting (ovvero l’uso dello smartphone alla guida), la velocità, e l’uso di alcol e droghe. Soprattutto su queste ultime, sulla loro diffusione, sui loro effetti psico-fisici e sulla guida di un veicolo si è basata buona parte dell’incontro. Le tematiche affrontante e l’approccio utilizzato hanno suscitato fin da subito nei ragazzi un vivo interesse che si è tradotto in una partecipazione e un livello di attenzione sempre molto alti, tanto da lasciare stupiti gli stessi insegnanti.

I ragazzi hanno anche potuto provare realmente gli effetti dell’alcol. Infatti gli agenti hanno portato in classe il sistema Alcovista, un sofisticato simulatore che riproduce lo stato di alterazione psico-fisica dovuto all’assunzione di alcol. I ragazzi sono rimasti increduli quando si sono resi conto dell’enorme difficoltà a eseguire anche le più semplici azioni quotidiane, dopo aver bevuto alcolici.

“Abbiamo scelto di offrire questo tipo di intervento nelle classi quarte non a caso – spiega il Comandante della Polizia Locale di Cervia Sergio Rusticali – ma proprio perché i ragazzi di questa età fra pochissimo saranno i nuovi utenti della strada ed è importante che capiscano rischi e conseguenze delle loro azioni. Metodologia e approccio con i ragazzi, sono stati studiati dai nostri agenti in modo da catturare l’attenzione e l’interesse dei ragazzi per ottenere la massima efficacia. E gli ottimi risultati si vedono. Il nostro Gruppo di Educazione Stradale e alla Legalità lavora tutto l’anno per questo”.