Il dottor Maurizio Piolanti è il nuovo direttore del Distretto socio-sanitario di Lugo. Il professionista, che ha sostituito la dottoressa Marisa Bianchin, è stato presentato ieri, 7 novembre, durante una conferenza stampa alla presenza del sindaco di Lugo e presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Davide Ranalli e del direttore sanitario dell’Ausl Romagna Stefano Busetti.

“Il Distretto di Lugo – ha evidenziato il dottor Piolanti nella presentazione – conta una popolazione di circa 102.000 abitanti distribuiti nei 9 Comuni che costituiscono l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna: Demograficamente  si caratterizza per una diminuzione della natalità ed un aumento considerevole della popolazione anziana. Significativa  è anche la presenza della popolazione straniera. Questi elementi sono già orientativi delle politiche di welfare da perseguire in integrazione ed associazione con i soggetti istituzionali competenti.

“Lo stato di salute della popolazione del Distretto riflette in linea di massima l’andamento regionale e quello più specifico della Ausl della Romagna: a fianco di un basso rischio di mortalità infantile si osserva un aumento della incidenza delle patologie neoplastiche, delle malattie del sistema circolatorio e più in generale delle patologie croniche, fattore, quest’ultimo correlabile al progressivo invecchiamento della popolazione” – ha sottolineato il neo direttore.

“Le risposte della sanità territoriale a questi scenari che marcano lo stato di salute della popolazione sono rappresentati dal forte investimento della medicina di iniziativa,  rappresentata dalla Gestione Integrata della Patologia Cronica che a sua volta è strettamente connessa a forme strutturate di associazionismo medico – ha dichiarato Piolanti -. Punto di forza determinante è l’approccio multi professionale e multidisciplinare al paziente, in forte integrazione con il mondo del sociale, con il mondo del volontariato e con il terzo settore, tutti elemento che nel territorio del distretto di Lugo risultano fortemente consolidati” .

“In particolare sono già attivi e saranno ulteriormente implementati, percorsi diagnostico-terapeutici per i pazienti diabetici, per i pazienti affetti da broncopneumopatia ostruttiva cronica e presto anche per i pazienti con scompenso – ha aggiunto il dottor Piolanti -:la medicina d’iniziativa e di prevenzione diventerà sempre più importante”.

Nel distretto di Lugo operano 77 medici di medicina generale aggregati in 4 nuclei di Cure primarie, ed operanti  singolarmente o nelle forme della associazione “in rete” e ”in gruppo” e per la popolazione pediatrica sono attivi 13 pediatri di libera scelta . Strutturalmente il territorio dispone di 11 presidi periferici all’interno dei quali vengono erogate prestazioni mediche , infermieristiche prestazionali e/o di gestione della patologia cronica e medico-specialistiche  afferenti a diverse discipline . Degli 11 presidi periferici, dislocati nei diversi comuni o frazioni del territorio, 8 fanno riferimento a 3  Case della salute “Hub”. 

Le azioni svolte dal Distretto si concentreranno nel rafforzare la continuità di cura  in relazione alla “cerniera“ ospedale-territorio, nella  implementazione di nuove Case della salute e di nuove forme di aggregazione medica fortemente strutturate, in parallelo al sempre più forte percorso di integrazione sociale e sanitaria e di partecipazione ad un progetto di salute di prossimità.