La Messa in Cattedrale con l'Arcivescovo
La Messa in Cattedrale con l'Arcivescovo (FOTO FIORENTINI)

Si sono affidati anche quest’anno alla Virgo Fidelis, patrona dell’Arma, i carabinieri di Ravenna, durante la Santa Messa celebrata giovedì 21 novembre in mattinata in Cattedrale dall’Arcivescovo monsignor Lorenzo Ghizzoni. Alla celebrazione, nella ricorrenza patronale, erano presenti il comandante provinciale, Roberto De Cinti, molti carabinieri appartenenti ai vari comandi delel territorio provinciale, familiari e componenti dell’associazione dei carabinieri in congedo. Tra le autorità ha partecipato il vice sindaco Eugenio Fusignani. Il valore della fedeltà, che contraddistingue l’impegno dell’Arma dei carabinieri (“Nei secoli fedele” è il loro motto) è stato evidenziato dall’Arcivescovo nell’omelia.

“Maria è stata fedele al progetto di Dio – ha detto – in modo attivo, concreto, ad esempio quando, già in attesa di Gesù, è andata ad aiutare la cugina Elisabetta, incinta, senza preoccuparsi di se stessa. Verso Gesù ha un doppio legame: di fede e di vita, lo segue fin sotto la croce. E il Figlio le affida tutti i suoi discepoli, presenti e futuri, per questo Maria è la madre di tutti coloro che fanno la volontà di Dio”.

L’Arcivescovo ha chiesto l’intercessione della Madonna, anche a nome anche dei carabinieri presenti, affinché essi nel loro operato mantengano la fedeltà a Dio, pratichino e difendano la giustizia, la solidarietà, e abbiano particolare cura e attenzione verso i “fratelli più piccoli, le persone deboli che sono vittime di comportamenti malvagi di altri”. Durante la celebrazione si è anche elevata una preghiera in suffragio dei carabinieri che sono morti nell’adempimento del loro dovere.