La giunta comunale di Ravenna ha approvato il protocollo d’intesa per la destinazione dei fondi assegnati dal Ministero dell’Interno in relazione all’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli edifici scolastici, nell’ambito del progetto “Scuole sicure 2019/2020”.

Con l’inizio di quest’anno scolastico, sono state avviate azioni di monitoraggio e contrasto alle attività illegali legate allo spaccio di stupefacenti che prevedono, oltre a controlli da parte della Polizia locale, attività educative alla legalità per gli studenti e l’installazione di un sistema di video sorveglianza nella zona compresa tra i giardini Speyer, la stazione ferroviaria, piazza Anita Garibaldi e via Carducci.

In quest’ottica, nelle giornate del 19, 20 e 21 novembre, su disposizione del Questore di Ravenna, personale della Squadra Mobile di Ravenna, una unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza di Ravenna e della Polizia Locale, hanno effettuato una serie di controlli che hanno interessato le pertinenze di alcuni istituti scolastici di Lugo, Faenza e Ravenna, al termine dei quali sono stati sequestrati 1,5 grammi di hashish e 38 di metadone.