L'alzatore della Consar Ravenna, Davide Saitta

La lettera scritta da Davide Saitta, 32enne alzatore della Consar Porto Robur Costa Ravenna, a papa Francesco in cui, da cristiano e credente, lamenta il fatto di esser costretto a giocare una partita di campionato il giorno di Natale (la potete leggere sul nostro sito https://risveglioduemila.it/2019/12/saitta-della-consar-non-rubatemi-il-natale/) è arrivata all’attenzione della Cei.

All’appello lanciato da Saitta ha, infatti, risposto padre Gionatan Di Marco, direttore dell’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei, il quale in una nota lanciata dall’Ansa e ripresa dal Corriere di Bologna, scrive “Il Papa ti risponderà di sicuro, ma intanto ti dico che lo sport non è tutto, il tempo è importante e col tempo non si gioca. Il tempo doniamolo per parlare ai ragazzi e alle ragazze che fanno il tifo per voi per depositare nel loro cuore il desiderio di cose semplici, che sono le più grandi».