Classe, il presepe vivente
Classe, il presepe vivente

Nella Casa dei Ragazzi della parrocchia di Classe, il 24 dicembre dalle 19, andrà in scena il Presepe vivente “L’ingresso a Betlemme”. Sono previste due repliche: il 29 dicembre (dalle 15 alle 18) e il 6 gennaio (dalle ore 15 alle 18, con arrivo dei Re Magi a cavallo). L’idea di realizzare un Presepe Vivente coinvolgendo i parrocchiani e i cittadini di Classe nacque nel 2003, su proposta del parroco don Mauro Marzocchi.

Inizialmente non furono in molti a partecipare ma con il passare degli anni l’entusiasmo è aumentato e il gruppo si è ampliato fino ad arrivare a 150 persone, tra cui adulti, bambini e anziani, raccontano i portavoce della commissione del Presepio Vivente. “La cosa più bella è vedere la gente del paese lavorare fianco a fianco con gioia”.
Entrando a Betlemme il visitatore incontra gli antichi mestieri disposti all’interno delle capanne: il falegname, il fabbro, il canestriere, il panettiere, l’oste, le tessitrici oltre ai personaggi tradizionali del presepe, come i pastori, le guardie romane e naturalmente la Sacra Famiglia. Novità di quest’anno è il ricottaio che rimesta paziente il latte delle sue pecore nel pentolone di rame.