I partecipanti a
I partecipanti a "Adotta un progetto sociale, diventa un'azienda solidale"

L’iniziativa ideata dal Comune “Adotta un progetto sociale, diventa un’azienda solidale”, quest’anno alla nona edizione, ha toccato numeri mai raggiunti: sono ben 31 i soggetti che hanno “adottato” un progetto, fra aziende, istituti di credito, circoli, commercianti, un ordine professionale, ma anche un’agenzia immobiliare e un privato cittadino che come lo scorso anno ha voluto contribuire alla realizzazione di progetti per la città. 

Questi operatori economici e non contribuiranno (con 59 singoli contributi) alla realizzazione (in parte o completamente) di 36 progetti. A partecipare anche Ikea, che ha adottato alcune settimane fa un progetto presentato qualche anno fa dalla struttura Il re di Girgenti. La cifra totale raccolta dall’iniziativa batte, ancora una volta, il record stabilito l’anno precedente (64mila euro nel 2018), attestandosi a ben 87mila e 100 euro. Dall’inizio del progetto, nel 2011, ad oggi è stata favorita l’adozione di progetti per la città per 421mila e 500 euro. Un successo inaspettato, ben oltre le previsioni. Un bilancio che testimonia un sempre più diffuso interesse della comunità ravennate nel prendere parte attiva in campo sociale, ma anche da quello suscitato in altri Comuni italiani che sempre più frequentemente chiedono informazioni sull’iniziativa e su come poterla a loro volta realizzare.

Si è svolta oggi in Comune la cerimonia di ringraziamento dell’amministrazione alle persone che hanno aderito al progetto; molto soddisfatto l’assessore al Volontariato Gianandrea Baroncini: “Quando, come in questo caso, l’amministrazione comunale riesce attivamente a fare incrociare le esigenze del mondo del volontariato con il mondo economico e imprenditoriale, impegnando risorse ed energie per produrre capitale sociale, tanto duro lavoro viene ripagato. Per questo la cerimonia di consegna degli attestati rappresenta sempre un momento di festa, di condivisione, di comunità”.

“Quello che mi preme di sottolineare è come il territorio ravennate risponde al tema della responsabilità sociale d’impresa – dichiara l’assessore alle Attività produttive Massimo Cameliani – lo spirito inziale di nove anni fa del progetto era proprio quello da parte del Comune di chiedere alle aziende di essere corresponsabili della società. Si parla tanto ora di responsabilità sociale delle aziende, possiamo essere orgogliosi che le nostre imprese siano così sensibili e rispondano attivamente”.

Hanno contribuito in questa edizione: Bunge, Con.Sar Scc, Traghetti & Crociere Srl, Quality Test Srl, Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese, Se.Fa, Sapir, Rosetti Marino, Romagna Acque, Tozzi Green, Conad, Camst, Deco, Ferrari Srl, Sabbioni Profumerie, Immobiliare Simone, Acmar, Ikea, Raviplast, Cooperativa Lavoratori Trasporto Ravenna, Camst, Gvm Gruppo Villa Maria, Gambi Spa, Sva Group – Gamberini, Julian Fashion, Collegamenti 3.0, Ordine delle Infermiere in memoria di Simona Adele Andro, Lions Club Ravenna Host in memoria di Simona Adele Andro, Circolo Velico, Andrea Frontali in memoria della moglie Sonia Brusi, il Cral del Comune di Ravenna.

Le realtà che beneficeranno dei contributi (in ordine alfabetico) sono: A.G.E.B.O. e associazione di volontariato “Il Mosaico-Amici dei bambini malati” Onlus, A.L.I.Ce. Sezione di Ravenna – Associazione per la lotta all’ictus cerebrale, A.S.D. Blu Atlantis Avis Ravenna, Associazione A.M.A. la vita, Associazione Amici Di Enzo – Onlus, Associazione Dalla parte dei minori, Associazione diabetici ravennate, Ail associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma – sezione di Ravenna, Associazione Liberedonne Casa delle donne Ravenna, Associazione nazionale genitori soggetti autistici – ANGSA Ravenna, Associazione Ravenna Gatto Onlus, Associazione Ravenna Parkinson, Associazione rianimazione letteraria, Associazione volontariato San Rocco, Associazione di volontariato Arcobaleno, Associazione zoofila Soli a 4 zampe, C.L.A.M.A Ravenna Onlus, Centro sportivo italiano – Comitato provinciale di Ravenna, Cestha Centro sperimentale per la tutela degli habitat, Comitato cittadino antidroga, Cooperativa sociale il Faro, Enpa sezione provinciale di Ravenna, Fondazione Ant Italia Onlus, Fondazione Nuovo villaggio del fanciullo – cooperativa sociale, Ic Damiano Ravenna – plesso “R. Ricci”, Istituzione Biblioteca Classense Comune Di Ravenna, Linea Rosa, Marinando Ravenna, Ortisti di strada aps, Parrocchia Santi Simone e Giuda – oratorio centro giovanile salesiano Don Bosco, Pubblica Assistenza città di Ravenna Odv, Ravenna Runner Club Asd, Servizio vigilanza ambientale Legambiente – Nucleo provincia di Ravenna, Sguardi in camera aps, Solidarietà fattiva odv