Il momento dell'ufficializzazione della candidatura a diacono permanente di Marco Boero

Marco Boero ha fatto la sua candidatura a diacono permanente. Domenica 8 dicembre, durante la Messa celebrata dall’arcivescovo di Ravenna-Cervia, Monsignor Lorenzo Ghizzoni nella sua parrocchia di origine ha dato la sua disponibilità a iniziare il cammino verso il diaconato permanente.


Già in servizio al Redentore, insieme alla moglie, nella pastorale familiare e ai corsi in preparazione al matrimonio, oltre che membro della Papa Giovanni XXIII, Boero sei anni fa ha deciso di avviare il cammino verso il diaconato permanente. “Ho ricevuto tanto dalla comunità ecclesiale – ci ha detto Boero nei giorni precedenti all’evento – anche quando mi sono trovato in difficoltà. La mia scelta è nata anche dalla volontà di restituire agli altri quanto avevo ricevuto ed è condivisa da mia moglie. Sono al terzo anno di studi all’Issr a Forlì e le prossime tappe saranno il lettorato e l’accolitato”.

L’Arcivescovo durante l’omelia ha voluto ringraziare Marco e la sua famiglia per la scelta fatta e lo ha affidato alle preghiere della nostra comunità.

Sempre ieri, nel pomeriggio, nella chiesa di Gambellara, monsignor Lorenzo Ghizzoni ha conferito il ministero dell’accolitato a Massimo Santi, responsabile insieme alla moglie Silvia della casa famiglia “Don Oreste Benzi” a Gambellara, dove sono ospitate e aiutate persone in difficoltà.