Il materiale didattico raccolto nel 2019 ha permesso di rifornire oltre 400 studenti di Ravenna e del forese

167 famiglie che hanno ricevuto materiale didattico per un totale di 312 bambini/e e ragazzi/e di cui 172 delle scuole elementari, 83 delle scuole medie inferiori e 57 delle scuole superiori a Ravenna; e 46 famiglie per un totale di 92 tra bambini/e e ragazzi/e che hanno ricevuto analogo materiale nel forese. Il totale complessivo del 2019 di 259 famiglie e di 404 studenti a cui è stato consegnato materiale didattico – circa 145 grembiuli e 107 zaini tra raccolti e acquistati – dà le dimensioni del valore e dell’importanza raggiunti dal progetto “Tutti i bambini e le bambine vanno a scuola 2020”.

Il progetto, promosso dal Tavolo delle Solidarietà con il coordinamento dell’assessorato ai Servizi sociali per permettere alle famiglie in difficoltà di mandare a scuola i propri figli con un corredo scolastico completo e adeguato, ha la finalità di ridurre il divario sociale tra le famiglie e permettere alle bambine e ai bambini di affrontare l’impegno scolastico con maggiore serenità.
Diversi i momenti dell’anno in cui si è provveduto alla raccolta di materiale e di fondi per alimentare questo progetto.
La prima parte del progetto si realizza nel mese di giugno al termine dell’anno scolastico, quando le famiglie sono invitate a lasciare a scuola zaini e grembiuli che non verranno più utilizzati. Zaini e grembiuli vengono ritirati dai volontari che provvedono al lavaggio, sistemazione e stiratura dei grembiuli.

La seconda parte si sviluppa l’ultimo sabato di agosto e il primo sabato di settembre nei principali supermercati della città e di diverse frazioni del forese i volontari effettuano la raccolta del materiale di cancelleria, che poi viene inventariato e preparato per la distribuzione secondo criteri basati sul tipo di scuola e classe frequentata; al termine i volontari procedono alla distribuzione alle famiglie segnalate dai servizi sociali.

Un aiuto in più è arrivato dal Concerto di Capodanno tenutosi il 1° gennaio di quest’anno che, oltre al successo di pubblico, entusiasta per la coinvolgente esibizione della soprano Noreda Graves, ha totalizzato una raccolta di 1100 euro che saranno destinati al progetto, che si avvale della preziosa collaborazione di tante associazioni: Arci associazione Genitori, Auser Volontariato Ravenna, Avvocato di Strada, Casa delle Donne, Centro di Ascolto Caritas, Croce Rossa Italiana, Comitato Cittadino Antidroga, R.C. Mistral Protezione Civile, Punto d’Incontro Francescano, Progetto Uomo, Rompere il Silenzio.