I rappresentanti dell'ATI al momento della firma della convenzione: da sin., Cesare Zavatta (Lo Stelo); Romina Maresi (San Vitale); Mauro Modanesi (Cervia Parcheggi)

E’ stata firmata la convenzione fra il Comune di Cervia e il Consorzio Cervia Parcheggi, vincitore del bando comunale, come capofila di un’Ati che comprende anche le cooperative sociali Lo Stelo e San Vitale, che assegna in diritto di superficie, per 90 anni, tre aree per la realizzazione di posti auto pertinenziali agli edifici alberghieri dei propri consorziati (una modalità praticamente inedita per la riviera romagnola).

La recente firma della convenzione è l’atto conclusivo del processo di aggiudicazione dell’incarico: entro quest’anno il Consorzio presieduto da Mauro Modanesi potrà dunque dare il via ai lavori per la realizzazione della prima area di parcheggio (quella di viale Colombo), che sarà pronta per la stagione 2021; al termine della stagione stessa partiranno i lavori del secondo parcheggio, in viale Milazzo, che sarà disponibile per la stagione 2022. Il Comune definirà poi nel giro dei prossimi tre anni la terza area, sulla quale dovrà essere realizzato l’ultimo parcheggio, per ulteriori 170 posti.

I primi due parcheggi metteranno a disposizione degli albergatori circa 340 posti auto (e il Consorzio ad oggi ha registrato da parte degli alberghi soci richieste contrattualizzate per circa 360 posti, quindi già maggiore rispetto a quelli previsti).

Complessivamente, nei tre parcheggi previsti, saranno dunque a disposizione degli albergatori soci oltre 500 posti auto, che Cervia Parcheggi doterà di servizi integrati di biciclette ed e-bike per incrementare lo sviluppo del “Park&Ride”.

Il consorzio Cervia Parcheggi, composto da 12 imprenditori turistici cervesi, che rappresentano l’80% del settore ricettivo dell’area territoriale adiacente al lungomare, punta infatti ad una filosofia di Green Mobility e di Green Tourism, visti come basi per l’ulteriore crescita turistica della città, vocata ad un turismo sostenibile in un ambiente unico nel panorama italiano (mare, spiaggia, saline, pinete). Una filosofia che si sposa appieno con la strategia dell’Amministrazione Comunale, volta a organizzare la mobilità cittadina anche grazie a un riordino delle aree di sosta e a un potenziamento delle piste ciclabili.