Il presidente diocesano, Stefano Alberani (a sinistra) con il presidente nazionale Matteo Truffelli e la vice-presidente Adulti, Francesca Masi
Il presidente diocesano, Stefano Alberani (a sinistra) con il presidente nazionale Matteo Truffelli e la vice-presidente Adulti, Francesca Masi

“Ac casa per tutti”, sarà questo il tema della XXVII assemblea diocesana elettiva di Ac che si terrà presso la parrocchia di S. Maria del Torrione nella giornata di domenica 19 gennaio 2020. Ho partecipato a tante assemblee, come semplice aderente, come consigliere e le ultime due come presidente diocesano.

Per questo posso dire che l’appuntamento è di importanza rilevante. Lo è per l’associazione, per la Chiesa di Ravenna, per la città. Perché anche ci sentiamo parte di queste comunità, nelle quali vogliamo portare il nostro contributo di pensiero, di proposte e metodo educativo. L’assemblea, oltre all’elezione del nuovo consiglio, detterà le linee guida per il prossimo triennio. In particolare, si ragionerà assieme a un delegato nazionale e il presidente diocesano, Stefano Alberani, traccerà il bilancio degli ultimi tre anni e alcuni spunti per l’Ac del futuro.

Ravenna, paragonata alle altre associazioni romagnole, è una realtà molto piccola. Presente in 8 parrocchie ha poco più di 300 iscritti ma anche tanti simpatizzanti: adulti, giovani o ragazzi non tesserati ma che collaborano o partecipano alle nostre iniziative. Tra queste le più significative sicuramente il gruppo formativo di appartenenza e i campi scuola proposti per settore o per famiglie. 

Fabio Zannoni, vice-presidente Adulti AC