Una delle classi di Ebraico della signora Mariangela Molducci, responsabile dell'Amicizia ebraico-cristiana in Diocesi
Una delle lezioni di Ebraico della signora Mariangela Baroncelli all'Università per Adulti Bosi Maramotti

La trentunesima Giornata di Preghiera per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra Cattolici ed Ebrei quest’anno è anticipata al 16 gennaio perché il 17 (giornata nella quale tradizionalmente si celebra questo appuntamento) cade di venerdì, giorno sacro per l’Ebraismo.

E così oggi alle 17 in Seminario il rabbino capo di Ferrara, Rav Luciano Caro, affronterà il “Cantico dei Cantici” in un incontro, organizzato dal Ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso con la collaborazione di Mariangela Baroncelli e che vedrà anche la partecipazione dell’Arcivescovo di Ravenna-Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni.

Una “giornata importante, per abbattere i muri dell’odio in ogni sua forma, riconoscersi fratelli, costruire un mondo migliore“. La presentano così i due responsabili dell’Ufficio Cei per l’ecumenismo e il dialogo la XXXI Giornata di approfondimento del dialogo tra ebrei e cristiani cattolici. Negli ultimi anni – spiega il direttore dell’Ufficio don Giuliano Savina – sul tavolo dell’amicizia e della fraternità sono stati aperti alcuni rotoli delle Meghillot. Nel 2020 verrà aperto quello del Cantico dei Cantici.

“Ci auguriamo – aggiunge – che attorno a questi tavoli possano sedersi donne e uomini di generazioni diverse. Ci sta a cuore consegnare e trasmettere alle nuove generazioni i testi sacri dai quali e grazie ai quali conosciamo le nostre radici, e senza i quali la nostra civiltà non solo si impoverisce, ma rischia di essere in balia dei profeti di sventura che sono sempre pronti ad alzare la cresta”. Dai cori vergognosi negli stadi agli atti di vero e proprio vandalismo contro i luoghi di culto ebraici e della memoria. Savina è categorico: “l’indifferenza e l’ignoranza vanno combattute con tutte le nostre forze, a partire dalla corretta conoscenza dei testi delle Scritture”