Un momento della cerimonia per gli ortodossi russi

Anche le varie comunità ortodosse presenti a Ravenna hanno festeggiato il Natale: quella russa, come da calendario giuliano, lo ha fatto il 6 e 7 gennaio scorso. I fedeli, racconta il parroco padre Serafim Valeriani, si sono ritrovati nella chiesa di via Candiano per la liturgia della vigilia e per la recita della Grande Compieta assieme al viceparroco, p. Ion Batrniak: “La sera dell’Epifania e martedì mattina abbiamo ripetuto la liturgia, un momento sempre molto intenso“.
Mercoledì 8 gennaio si festeggia la Madre di Dio e giovedì 9 il Santo Stefano, in entrambi i casi con una liturgia mattutina, ripetuta alla sera per chi non poteva.

Gli ortodossi rumeni, invece hanno festeggiato il Natale secondo il nostro calendario e il 6 gennaio si è tenuta nella Chiesa dello Spirito Santo la rituale festa del Battesimo del Signore con la benedizione dell’acqua grande (nella foto sotto). Un appuntamento che ha richiamato 400 persone, dopo il quale è iniziata “la benedizione delle case, la più sentita dalla comunità”, spiega padre Dan Vesea.

Infine, doppio appuntamento per gli ortodossi moldavi che, come ci dice padre Alexei Boenciuc,”hanno festeggiato la notte del 6 gennaio, dalle 22.30, nella chiesa di San Carlino in via Tombesi dall’Ova, mentre domenica 5 gennaio c’è stata la visita di Babbo Natale per la gioia dei tanti bambini presenti”.