Il taglio del nastro della mostra

Una mostra sull’umanità che scaturisce da momenti drammatici. E’ stata inaugurata ieri sera, venerdì 17 gennaio, all’interno dell’Ospedale “Santa Maria delle Croci” di Ravenna (corridoio del bar), una mostra dedicata a Takashi Nagai intitolata “Annuncio da Nagasaki“, che evidenzia il percorso del medico radiologo giapponese segnato dalla tremenda esplosione della seconda bomba atomica.
All’inaugurazione sono intervenuti la dottoressa Paola Marenco, don Mario di Massimo in rappresentanza dell’Arcidiocesi di Ravenna-Cervia e in qualità di assistente diocesano della Consulta Aggregazioni Laicali, il direttore del Presidio ospedaliero di Ravenna Paolo Tarlazzi.

Ospite d’onore, monsignor Giorgio Biguzzi, saveriano, originario di Cesena e vescovo emerito della diocesi di Makeni, in Sierra Leone che ha parlato della sua esperienza in missione.

La mostra, che rientra nel percorso di umanizzazione delle cure e che è divisa in tre sezioni (le prime due dedicate alla vita di Nagai fino al 1934 e la terza che percorre il periodo fino al 1945, anno dello sganciamento della bomba atomica su Nagasaki), resterà all’ospedale di Ravenna fino a domenica 26 gennaio.