La Messa di sabato 18 gennaio al Redentore
La Messa di sabato 18 gennaio al Redentore

La Parola di Dio come strumento di dialogo è stato il tema al centro dell’intervento tenuto dal pastore Cletus Azekhuemhen della chiesa pentecostale “Ambasciata di Cristo” in occasione del primo appuntamento della Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani, ospitato nella chiesa del Ss Redentore a Ravenna, sabato 18 gennaio.


Al termine della celebrazione della messa il parroco don Alberto Brunelli ha introdotto il pastore Cletus: “E’ bello ascoltare voci diverse ed è importante per i cristiani conoscersi e pregare per essere uniti”, ha commentato Don Brunelli ricordando inoltre che la lettura e la conoscenza delle Sacre scritture, è un tema molto caro a Papa Francesco, tanto da istituire “la Domenica della Parola”, che quest’anno cadrà il 26 gennaio.

“Essere cristiani è una scelta di vita e non solo una religione da praticare – ha dichiarato il pastore Cletus – . Per questo motivo è importante leggere, studiare e conoscere la Parola di Dio. Attraverso le pagine della Bibbia e del Vangelo noi possiamo trarre insegnamenti importanti su come vivere e cosa insegnare ai nostri figli”.

“Noi siamo felici in Italia – ha sottolineato il padre della chiesa pentecostale – Qui c’è pace. Nei Paesi dove i cristiani sono perseguitati, la paura entra anche nelle chiese. Come il 24 dicembre 2019 quando alcune chiesa del mio Paese sono state bruciata”. “In Italia non ci sono scontri tra religioni e qui i cristiani devono essere uniti. Cristo è venuto per portare pace in tutto il mondo – ha concluso il pastore Cletus -. Noi dobbiamo vivere in armonia con i nostri fratelli e non dobbiamo mai dimenticare che attraverso i testi sacri, che sono comuni a tutti i cristiani, Dio ci parla e là possiamo trovare le risposte”.

La settimana di Preghiera per l’unità dei cristiani prosegue con la preghiera ecumenica di oggi al monastero delle monache carmelitane di via Guaccimanni. Ecco tutti gli appuntamenti:

Lunedì 20 gennaio alle 18 nel monastero di Santo Stefano degli Ulivi (via Guaccimanni) delle monache carmelitane è in programma una preghiera ecumenica.
Mercoledì 22 gennaio alle 19 nella chiesa di Santo Spirito si svolgerà, invece, un momento di preghiera con le Chiese Ortodosse della città, al quale parteciperanno, oltre all’Arcivescovo di Ravenna-Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni, padre Daniel Vesea, parroco della Chiesa Ortodossa Rumena, padre Serafim Valeriani, parroco della Chiesa Ortodossa Russa e padre Alexei Boenciuc, parroco della Chiesa Ortodossa Moldava
Sabato 25 gennaio alle 18.30 a San Paolo sarà celebrata la Santa Messa di chiusura, a livello cittadino, della Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani.