(foto d'archivio)

Un esercizio di vicinato di viale Pallavicini a Ravenna è finito nel mirino della Polizia Locale impegnata nei controlli relativamente alla sicurezza alimentare in mercati, esercizi di vicinato, pubblici esercizi e attività artigianali. All’interno, gli agenti hanno dell’Ufficio Polizia Commerciale e tutela del Consumatore hanno trovato prodotti alimentari congelati non etichettati. Si tratta di circa 10 kg di pesce (tipo siluro e sgombro) e di 14 pacchetti, per un totale di circa 8 kg, di vegetali di tipo sconosciuto.
La merce è stata sequestrata e al titolare dell’esercizio – un cittadino straniero di 43 anni – è stato contestato un verbale per un importo pari a 2.000 euro.

Gli accertamenti degli agenti hanno interessato anche un cittadino italiano, un 46enne non residente in città, sorpreso a bere birra in bottiglia di vetro in violazione all’ordinanza del sindaco TL n. 1797/2019, che “vieta in zona Stazione Ferroviaria – Giardini Speyer, il consumo di bevande alcoliche come ricorda la Polizia Locale in qualsiasi contenitore e bevande contenute in bottiglie di vetro, lattine e altri contenitori atti a offendere“.

A carico dell’uomo è scattata una sanzione pari a 200 euro.