La suggestiva immagine della Torre San Michele illuminata di rosa

Resterà illuminata di rosa fino al 22 maggio, giorno in cui partirà la tappa del Giro d’Italia, la Torre San Michele a Cervia. L’accensione ufficiale è avvenuta il 30 gennaio in occasione dell’accensione in rosa degli altri monumenti delle città della Romagna (Rimini e Cesenatico) tappe del Giro d’Italia. Erano presenti il sindaco Massimo Medri, l’assessore allo sport Michela Brunelli e il delegato al Giro d’Italia Giovanni Lucchi.

Dopo il videomapping con immagini storiche delle passate tappe del Giro a Cervia (la città ha ospitato la corsa rosa in tre occasioni), proiettato sotto il portico del comune durante le festività natalizie, ora il gioco di luci è sulla Torre san Michele.

L’edizione numero 103 della corsa ciclistica italiana più famosa al mondo attraverserà quattro province dell’Emilia Romagna passando in 34 Comuni. Mercoledì 20 maggio l’11a tappa (Porto Sant’Elpidio-Rimini, 181 km) vedrà protagonista la città Natale di Federico Fellini nell’anno in cui si celebra il centenario dalla nascita del Maestro.
Molto attesa la tappa successiva (205 km), con partenza e arrivo a Cesenatico, che ricalca quasi integralmente il percorso della famosa Gran fondo amatoriale “Nove Colli”, nell’anno del cinquantesimo anniversario della corsa ciclistica di gran fondo più antica al mondo.
 Venerdì 22 maggio sarà invece Cervia la protagonista, con la tappa numero 13 (Cervia-Monselice) di 190 chilometri, con due impegnative salite dei Colli Euganei. I ciclisti lasceranno Cervia e si dirigeranno a nord lungo la statale Adriatica, toccando Savio, Classe, Ravenna, Mezzano, Alfonsine, Lavezzola e poi entrando in provincia di Ferrara.

Si consolida la vocazione della Riviera Romagnola come paradiso della bicicletta, come testimoniato anche da Romagna Bike, il prodotto turistico pensato per i cicloturisti, a cui sono dedicate strutture, “esperienze” e un ricco calendario di appuntamenti agonistici e non