L'ex convento dei Cappuccini

Giornata importante quella di giovedì 20 febbraio per la Fraternità San Damiano: è programma, infatti, alle 19.30 una cena sul tema “Ravenna profuma d’oriente”, organizzata dallo staff di Trail Romagna, con la quale l’Associazione San Damiano, insediata nell’ex convento dei Cappuccini in via Oberdan 6, immediatamente denominata Fraternità San Damiano, festeggia i suoi 6 anni di attività e darà il via alla campagna di tesseramento 2020, dedicata al tema della responsabilità: “Giustizia e Legalità non bastano a tenere in piedi la democrazia. C’è bisogno di una terza gamba la partecipazione che è responsabilità”.

A scandire a suon di musica la serata sarà il gruppo dei “Siman Tov“, ovvero Fabrizio Flisi (fisarmonica e piano); Stefano Bertozzi (clarinetto); Tiziano Paganelli (fisarmonica, percussioni e flauti) e Gioele Sindona (violino e nickelarpa). Si tratta di un gruppo che ha collezionato numerosi concerti sia in Italia che all’estero, dai festival Buskers alle collaborazioni teatrali, passando per locali, feste private ed eventi pubblici, con un repertorio che spazia dal klemerz alla musica etnica di altre culture includendo anche brani originali. I partecipanti alla cena di giovedì saranno, dunque, accompagnati in un appassionante viaggio musicale tra cultura ebraica e zingara, per scoprire la storia di popoli che da secoli attraversano terre e culture di altri, tra integrazione, discriminazione e persecuzione.

“Fraternità e comunità sono parole afferenti all’accoglienza. Abbiamo accolto la città – spiegano dall’associazione – coinvolgendola nelle nostre attività musicali, spirituali, di cittadinanza attiva. Tanti testimoni significativi, scrittori, magistrati, attori si sono susseguiti cercando di parlare dei temi a 360° dalla Costituzione al Vangelo. Siamo cresciuti e vogliamo continuare ad esserci con l’aiuto di tutti voi, siamo sempre alla ricerca di persone che ci diano una mano per il tempo che possono dedicare. La Fraternità ora è in due luoghi ma con un unico logo, Padre Claudio è priore dell’eremo di Cerbaiolo e dividendo il suo tempo, continua ad essere presente alla Fraternità di Ravenna”.