L'esterno della chiesa di San Pier Damiano
L'esterno della chiesa di San Pier Damiano

San Pier Damiani, patrono dell’omonima parrocchia ravennate, viene ricordato oggi, nel giorno della ricorrenza liturgica, durante la Santa Messa delle 18.15 nella chiesa di via Capodistria, 7. Secondo appuntamento nella chiesa parrocchiale sarà domenica 23 febbraio alle 10, quando presiederà la Santa Messa l’arcivescovo monsignor Lorenzo Ghizzoni.

San Pier Damiani nacque a Ravenna nel 1007. Dopo aver studiato a Ravenna, Faenza, Padova e insegnato all’università di Parma, entrò nel monastero camaldolese di Fonte Avellana. Nel 1057 il Papa lo chiamò a Roma per averlo accanto in un momento di crisi della Chiesa, dilaniata da discordie e scismi e alle prese con la piaga della simonìa. Nominato vescovo di Ostia e poi creato cardinale, San Pier Damiani aiutò i sei Papi che si succedettero a svolgere un’opera moralizzatrice. Fu delegato pontificio in Germania, Francia e nell’Italia settentrionale e morì a Faenza nel 1072. Nel 1828 Leone XII lo proclamò dottore della Chiesa.