Momento delicato e preoccupante per il settore dell'Oil&Gas

La convocazione di un incontro urgente al Governo al fine di favorire la costituzione di un tavolo di crisi per il settore offshore, con tutti i rappresentanti delle associazioni economiche, dei sindacati e della comunità del comparto. E’ quanto ha chiesto ufficialmente ieri, venerdì 14 febbraio, il sindaco di Ravenna Michele de Pascale al prefetto, dott. Enrico Caterino, nella sua veste di rappresentante del Governo.

La richiesta fa seguito alla notizia, appresa in questi giorni con profondo sconforto e disappunto, che nell’ambito del percorso di conversione del decreto Milleproroghe è previsto un rinvio di ulteriori sei mesi della stesura del Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee (il cosiddetto Pitesai). Il sindaco fa presente di aver chiesto per ben due volte al ministro Patuanelli, il 9 settembre e il 17 dicembre scorsi, un confronto urgente sul Pitesai, senza aver mai ricevuto alcun riscontro.

“Sottolineando come permanga inalterata l’apprensione per il futuro del comparto delle estrazioni di gas naturale – si legge in una nota diramata dal Comune – che riguarda il destino di numerosissimi lavoratori e aziende del nostro territorio e che rappresenta storicamente un’eccellenza internazionale, il sindaco chiede quindi al prefetto di convocare quanto prima un incontro urgente al fine di favorire la costituzione di un tavolo di crisi“.