E' attiva in Prefettura l'Unità di crisi per affrontare l'emergenza da coronavirus

Nel corso di una riunione dell’Unità di crisi, tenutasi nella serata di ieri in Prefettura a Ravenna, è stata fatta un’ulteriore verifica della situazione in ambito provinciale , in riferimento al primo caso di positività individuato.
Nel corso della riunione, alla quale hanno partecipato anche i Sindaci della provincia e i vertici delle Forze di Polizia, è stata esaminata la condizione del 21enne, calciatore professionista, militante in Serie C nella Pianese e residente a Lugo, che ha contratto il virus fuori regione, durante la trasferta di campionato della sua squadra ad Alessandria, ed esposti i provvedimenti assunti per le cure del caso in applicazione del protocollo sanitario previsto.

Al momento il paziente è ricoverato nel reparto malattie infettive dell’Ospedale di Ravenna; i dirigenti sanitari hanno assicurato comunque che le sue condizioni cliniche non sono preoccupanti e che il ricovero è stato disposto in via precauzionale, per cui, in considerazione dello stato fisico del ragazzo, ritenuto in buone condizioni, probabilmente sarà possibile a breve disporne le dimissioni, con isolamento domiciliare e con sorveglianza attiva dell’Asl.

Sono state, inoltre, esaminate e si è preso atto delle procedure attuate e dei controlli disposti in considerazione dei percorsi effettuati dal 21enne negli ultimi giorni, nonché delle misure precauzionali adottate nei confronti dei familiari. La situazione è rigorosamente seguita e costantemente monitorata a livello sanitario, così come la massima attenzione viene riservata nei confronti di casi anche se ritenuti solo sospetti.

Con i sindaci sono state, infine, delineate le procedure per consentire un tempestivo e corretto flusso informativo tra gli stessi Amministratori e tutti gli enti coinvolti, al fine di assicurare una coordinata e più efficace risposta operativa in relazione ad eventuali analoghe situazioni e ogni altra possibile esigenza rappresentata dai cittadini.