La svastica trovata questa mattina sul monumento che ricorda la strage del Ponte degli Allocchi

Un altro atto vandalico di chiaro stampo nazista a Ravenna: dopo la svastica disegnata sul sacrario ai caduti di Camerlona, questa mattina i simboli del nazismo – le due S – sono state trovate disegnate sul monumento che ricorda la strage del 1944 del Ponte degli Allocchi in centro a Ravenna. Sulla lapide commemorativa delle 12 persone, perlopiù legate ad attività partigiana, uccise in rappresaglia nazifascista, è stato vergato anche un insulto, mentre ai piedi è stato lasciato il messaggio ‘Ciao Artioli’, con riferimento a Ivano Artioli, presidente della locale Anpi

Le scritte e i simboli sono già stati ripuliti ma resta l’inquietante episodio, condannato e censurato dal sindaco e da alcune forze politiche della città.

La reazione del sindaco “Insieme al vice sindaco Eugenio Fusignani ho chiesto al Prefetto di convocare un tavolo urgente per rispondere in maniera risoluta al gravissimo oltraggio al monumento del Ponte dei Martiri, uno dei simboli più importanti della memoria dell’intera nostra comunità, che si riconosce nei valori democratici, costituzionali e patriottici. Reagiremo con durezza e metteremo in campo tutte le azioni necessarie a individuare i responsabili e consegnarli alla giustizia. Le indagini sono in corso e le forze dell’ordine sono già in azione”.

La seduta del Consiglio comunale di Ravenna in programma per martedì 25 febbraio alle 15 è stata anticipata alle 14 e si svolgerà congiuntamente con il consiglio provinciale e l’assemblea dei sindaci della Provincia di Ravenna per comunicazioni e discussione sui recenti atti vandalici in sfregio al Sacrario dei Caduti della Brigata Cremona a Camerlona e al monumento in memoria dei Caduti al Ponte degli Allocchi in Ravenna.

A seguire verranno trattati gli argomenti già iscritti all’ordine dei lavori, a partire dai seguenti question time: “Offeso il Giorno del Ricordo”; “Nuovi episodi di reiterato comportamento dell’autista di Start Romagna nei confronti della signora Ninfa ed eventuali provvedimenti disciplinari conseguenti e la garanzia di accessibilità del servizio di trasporto pubblico locale ai ravennati diversamente abili”; “Quali prospettive per il comparto oil & gas”; “Blocco fino a febbraio 2021 dell’off-shore nell’Adriatico. Evitare questo colpo mortale al distretto di Ravenna”; “Occorre mantenere alta l’attenzione su oil & gas”; “Pitesai: quale futuro per il distretto energetico di Ravenna”; “Segnalazioni di situazioni potenzialmente pericolose per persone disabili e non solo”; “Quali misure si adottano nel comune di Ravenna in caso di Coronavirus”.

Saranno poi discusse e votate le seguenti proposte di deliberazione: approvazione budget 2020 di Ravenna Holding, Romagna Acque – Società delle Fonti, Ravenna Entrate e Ravenna Farmacie; alienazione, mediante trattativa privata diretta, di porzione di terreno a San Pietro in Campiano, lungo via del Sale, a favore del Consorzio agrario di Ravenna; aggiornamento Documento unico di programmazione 2020/2022 relativamente ad acquisto di veicoli elettrici, di biciclette a pedalata assistita e servizio di bike sharing. Infine sono previste la discussione e la votazione delle seguenti mozioni: su“Parcheggi intelligenti e non solo” e su “Sicurezza parcheggio via Renato Serra”.