Anche la Consar in campo per promuovere Visit Romagna e l'immagine della terra del sorriso e dello star bene

15 società sportive di vertice della Romagna scendono in campo per sfidare la paura e promuovere l’immagine della Romagna in Italia. E’ l’iniziativa varata in modo congiunto dagli assessorati allo Sport dei Comuni di Rimini, Cesena e Ravenna per rilanciare la terra della dolce vita: i tre Comuni hanno chiesto ai club impegnati nei campionati nazionali di pubblicizzare il marchio di Visit Romagna in occasione delle prossime sfide che le vedrà impegnate sui campi e nei palazzetti italiani.
Sulle divise, sui led wall, sui materiali promozionali: ognuno a proprio modo, con le possibilità e nelle forme più opportune, potranno veicolare il messaggio di Visit Romagna, la terra della dolce vita, per ricordare come, passata la particolare emergenza che sta rischiando di paralizzare il Paese, ci sia un territorio pronto a regalare sorrisi e serenità. Un’idea che Visit Romagna e le società hanno immediatamente raccolto, dando la massima disponibilità.

A Ravenna l’adesione degli sport di squadra a questa iniziativa che vuole fare squadra è stata unanime: calcio (Ravenna FC, Ravenna Woman), pallavolo (Porto Robur Costa, Olimpia Teodora), pallacanestro (Basket Ravenna Piero Manetti), pallanuoto (Ravenna Pallanuoto) e rugby (Ravenna Rugby). Tutti questi club hanno dato il loro incondizionato sì all’iniziativa, affiancandosi a Rimini FC, Rinascita Basket Rimini, Omag San Giovanni in Marignano, e per quanto riguarda il cesenate a Cesena FC, Volley Club, Tigers, Futsal e Romagna Rugby.

“Mettiamo da parte i campanilismi e i derby e giochiamo insieme questa partita – è l’input dei tre assessorati – per condividere un messaggio forte attraverso uno dei canali più efficaci, quello dello sport, promuovendo l’immagine di una Romagna ospitale, accogliente e unita. Una terra che, come gran parte del Paese, sta facendo i conti con un’emergenza inedita, complessa da gestire per i risvolti che comporta, ma dalla quale uscirà rafforzata. La nostra è una terra straordinaria che ha affrontato match difficili, ha subito colpi, ma non è mai andata ko e al contrario si è sempre rialzata diventando più forte di prima”.