Bollettino aggiornato per i nuovi casi di positività al coronavirus in provincia di Ravenna. Complessivamente sono 10: quattro donne di 63, 68, 87 e 92 anni, e sei uomini di 40, 55, 64, 65, 80 e 83 anni. Tre di essi, precisa la Provincia, sono in isolamento domiciliare in quanto privi di sintomi o con sintomi lievi, altrettanti sono ricoverati all’ospedale di Ravenna comunque in buone condizioni, mentre gli altri risultano ricoverati in una struttura privata del territorio. Tre di essi risultano residenti fuori dal territorio provinciale, mentre per gli altri sono al vaglio contatti con casi già noti. Medri –. Il terzo caso riguarda un 40enne residente fuori città, ma che ha un domicilio anche nella città di Cervia”. Infine, tre dei pazienti precedentemente ricoverati in ospedale, nelle ultime ore sono stati dimessi e risultano clinicamente guariti.

Con 67 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore, Rimini à la provincia dell’Emilia-Romagna con la crescita maggiore di contagi. Nella provincia romagnola i positivi al Covid-19 sono saliti a 312. “Una crescita molto, molto rilevante”, sottolinea il commissario per l’emergenza sanitaria dell’Emilia-Romagna Sergio Venturi durante la diretta Facebook di oggi. Molti nuovi casi ‘ufficiali’ anche a Parma, 52 tra ieri e oggi (in tutto 430), mentre Piacenza raggiunge 679 casi ma con solo un +15 rispetto a ieri. A Modena ci sono 190 casi di coronavirus (27 in più di ieri), a Reggio Emilia 123 (nove in più), a Bologna 122, di cui 42 del circondario imolese. I 14 positivi in più però sono tutti nel bolognese. Dieci nuovi casi a Ravenna, che ne ha 41 in tutto, 17 a Ferrara (+5), mentre la provincia di Forlì-Cesena ha 33 pazienti (di cui 22 a Forlì e 11 a Cesena, complessivamente nove in più, di cui quattro a Cesena e cinque a Forlì

In Emilia-Romagna salgono a 1.947 i casi di positività al Coronavirus, 208 in più rispetto all’aggiornamento di ieri. Passano da 6.640 a 7.600 i campioni refertati. Si tratta di dati disponibili e accertati alle ore 12. Complessivamente in 811 sono in isolamento a casa perché con sintomi lievi o prive di sintomi. In terapia intensiva ci sono 112 persone (8 in più rispetto a ieri).

Salgono a 43 (ieri erano 38) le guarigioni. Crescono i decessi, passati da 113 a 146: 33, quelli nuovi, riguardano 22 uomini e 11 donne. Per dieci delle persone decedute erano note patologie pregresse, in qualche caso plurime, mentre per le altre sono in corso approfondimenti epidemiologici. I nuovi decessi registrati riguardano 15 residenti nella provincia di Piacenza, 8 in quella di Parma, 2 in quella di Rimini, 5 Reggio Emilia, uno Modena, uno Cesena e uno in quella di Cremona (Dire).