Il Commissario per l'emergenza Coronavirus Sergio Venturi

451 in provincia di Ravenna; 10.816 in tutta la regione Emilia-Romagna (2153 quelli in Romagna): sono questi i totali dei contagi dopo l’ultimo aggiornamento fornito oggi dalla Regione Emilia-Romagna. Nel ravennate, nelle ultime 24 ore, sono stati 64 i casi positivi in più (32 uomini e 32 donne) e 762 in regione.

I dati in provincia Dal bollettino della Provincia si legge che dei 64 casi registrati “51 pazienti sono in isolamento domiciliare poichè privi di sintomi o con sintomi leggeri, 13 sono ricoverati, nessuno in terapia intensiva. Sul fronte epidemiologico, si tratta principalmente di pazienti che hanno avuto contatti stretti con casi già accertati. Purtroppo si è verificato un decesso: un uomo di 75 anni“. “Come ho già avuto modo di dire – dichiara Michele de Pascale sindaco di Ravenna e Presidente della Provincia –  questi scostamenti, a rialzo o a ribasso, non sono determinati dall’evoluzione della patologia, ma dalle dinamiche del laboratorio di analisi. Quindi dobbiamo perseverare con impegno nelle misure di contenimento che fino ad ora, nel nostro territorio hanno dato risultati molto importanti”. 

La geografia del contagio in provincia Con i contagi dell’ultimo giorno Ravenna è salita a 197 casi, Faenza è a 66, Cervia 38, con 8 casi che avevano avuto contatti con altri casi già accertati dalla stessa Azienda Sanitaria; Lugo 36, Bagnacavallo e Castelbolognese 13, Cotignola 12, Alfonsine 11, Russi 9, Conselice 7, Massa Lombarda 6, Riolo Terme e Solarolo 5, Brisighella e Fusignano 3, Sant’Agata sul Santerno 2 e Casola Valsenio 1. A loro si aggiungono i 24 residenti fuori provincia.

I dati in Regione Complessivamente, sono 4.680 le persone in isolamento a casa (415 in più rispetto a ieri) e 301 le persone ricoverate in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri). Crescono ancora purtroppo i decessi, passati da 1.077 a 1.174 (97, quindi, quelli nuovi, di cui 64 uomini e 33 donne) ma aumentano – e questa è una bella notizia – le guarigioni, che raggiungono quota 792 (71 in più rispetto a ieri). Dei 97 decessi, oltre a quello registrato a Ravenna, in Romagna ce ne sono stati anche 4 in provincia di Forlì-Cesena e 9 in quella di Rimini.
Siamo in un trend positivo, questo ci fa ben sperare, anche se abbiamo bisogno di consolidare questi dati“, sottolinea il commissario Sergio Venturi durante la diretta facebook. Sul numero ancora alto di decessi, invece, il commissario afferma che si tratta di “un dato che ci accompagnerà fino a che non arriveremo a zero positivi al giorno”.

Punti triage: operativo quello davanti all’ospedale di Ravenna Da ieri è operativo il nuovo pre-triage, lo spazio di valutazione e filtraggio davanti all’ospedale di Ravenna: costituito da una tenda mobile da campo allestita vicino all’ingresso di Oncoematologia dell’Ospedale Santa Maria delle Croci a Ravenna, con l’obiettivo di garantire la sicurezza dei pazienti oncologici ed ematologici che devono recarsi all’Ospedale per controlli o terapie.

Posti letto aggiuntivi Continua senza sosta il lavoro all’interno della rete ospedaliera per attuare il piano di rafforzamento dei posti letto disposto dalla Regione. Da ieri a oggi, sono 307 i posti letto allestiti per i pazienti colpiti da Coronavirus, che complessivamente passano da 4.323 a 4.630, tra ordinari (4.116, +294) e di terapia intensiva (514, +13). In Romagna i posti letto aggiunti, dall’inizio dell’emergenza, sono 665: 248 a Rimini, 120 a Cesena, 113 a Ravenna, 89 a Forlì, 54 a Lugo e 41 a Riccione. I letti per la teapia intensiva sono 88 (12 a Ravenna e 10 a Lugo).