L'assessore Michela Brunelli col sindaco Massimo Medri in occasione di una recente iniziativa di rispetto dell'ambiente

In questo particolare periodo storico della nostra vita, con un’emergenza da contagio da Covid-19 da fronteggiare e con le scuole chiuse almeno fino al 3 aprile, l’assessore alla scuola del Comune di Cervia, Michela Brunelli, ha voluto scrivere una lettera a tutte le studentesse e gli studenti cervesi per supportarli e sostenerli in questo momento di abitudini stravolte e di mobilità condizionata.

L’invito che l’assessore rivolge con questa lettera è quello di sfruttare nel miglior modo possibile il tempo ora libero dagli impegni scolastici ed extra, senza perdere di vista la realtà dell’impegno di studio ma anche per approfondire altri interessi e impegnarsi in esperienze positive.

Riportiamo la lettera dell’assessore Brunelli qui sotto, nella sua versione integrale.

“Cari ragazze e ragazzi, stiamo vivendo un momento davvero particolare, forse unico, che si ricordi in tempi recenti. La mia generazione non ha memoria di un periodo con scuole chiuse, allenamenti sospesi e un clima di apprensione come questo. Viviamo un tempo in cui la repentina diffusione del coronavirus, ha condizionato profondamente le nostre abitudini, trasformando velocemente le nostre vite.
Quello che mi sento di consigliarvi è di sfruttare nel modo migliore possibile il vostro tempo, perché diventi un’opportunità di crescita e di miglioramento personale, al fine di diventare più maturi e autonomi. Tutto è cambiato velocemente, i professori non vi fanno lezione al mattino, gli allenatori non vi aspettano in palestra al pomeriggio. Le gare, le competizioni cui vi stavate preparando, sono state tutte sospese e oggi non possiamo dire quando si potrà tornare a scuola o a fare sport.

Ma se da un lato questa situazione vi penalizza, dall’altro vi dà l’opportunità di “mettere in campo”, anche da soli, azioni utili e coltivare buone idee, diventando auto esigenti e dandovi una corretta disciplina di vita. Rimanete attivi, cari ragazzi e ragazze, alzatevi presto al mattino, leggete libri e fate i compiti che quotidianamente i vostri insegnanti vi assegnano, in modo da farvi trovare pronti quando tornerete a scuola. Potete svolgere attività fisica anche a casa, da soli. Restate in movimento! Ricordate di osservare sempre il decreto che impone norme sanitarie a tutti i cittadini, a tutela della nostra salute. I vostri allenatori saranno felici di consigliarvi al meglio, anche se “a distanza”.

Come per la scuola, così anche per lo sport, è fondamentale che consideriate prioritaria la vostra forma fisica e mentale, in modo che vi facciate trovare pronti quando tutto tornerà alla normalità. Sicuramente chattare con gli amici, guardare film o ascoltare la musica, sono ottime idee, ma non abusate del cellulare, del computer o della televisione. Prendetevi questo tempo come una nuova opportunità di vita, per approfondire anche altri interessi, che riguardano temi affrontati a scuola e che vi hanno particolarmente incuriosito; potete dedicare tempo alle vostre passioni, sportive, musicali e ai vostri hobby preferiti.

Siate curiosi di scoprire come vivono i grandi campioni cui vi ispirate, le grandi figure del passato che hanno sempre qualcosa da insegnare, al di là del tempo in cui hanno vissuto. Impegnatevi in esperienze positive, perché un giorno possiate ricordare questo momento, non solo perché dovevate stare “ad un metro di distanza” l’uno dall’altro o perché avete saltato scuola, ma perché avete riempito questo spazio nuovo e imprevisto di azioni positive, di motivazioni forti e altamente educative.

Solo voi potete essere in questo momento i “migliori allenatori di voi stessi”. La vita è un dono prezioso, siatene protagonisti e sfruttate tutte le occasioni che vi si presentano per diventare persone migliori.

Un caro saluto
Michela Brunelli”