A causa dell’emergenza coronavirus, la commemorazione del 33esimo anniversario della tragedia della Mecnavi, che il 13 marzo 1987 costò la vita a 13 lavoratori a Ravenna non si svolgerà come da tradizione, ai piedi dello scalone del Comune, in piazza del Popolo.

In alternativa, fa sapere il Comune, “dopo la deposizione di una corona alla lapide in ricordo delle vittime, dalle 10 alle 11 sarà realizzato un momento di ricordo e riflessione, a porte chiuse, in collegamento streaming dalla sala del Consiglio comunale“. Lo streaming sarà visibile sul sito del Comune (http://bit.ly/streaming-comunera) e sulle pagine Facebook del sindaco Michele de Pascale e dell’amministrazione, e verrà seguito anche dagli studenti delle scuole superiori di Ravenna, nell’ambito delle attività didattico-formative.

Oltre al primo cittadino, porteranno i loro saluti “il sindaco di Bertinoro, Gabriele Antonio Fratto e Costantino Ricci, segretario della Cgil di Ravenna, a nome di Cgil, Cisl e Uil. A seguire Alessandro Luparini, storico e direttore della Fondazione Casa di Oriani, “svolgerà una video-lezione, ricostruendo la tragedia che si consumò a bordo della motonave gasiera Elisabetta Montanari”. Sarà un’occasione, chiosa De Pascale, per “fare, in queste giornate difficili per tutti, una riflessione importante sul tema della sicurezza sul lavoro, approfondendo un momento particolarmente significativo della storia di Ravenna”.