Padre Dan Vesea, della comunità ortodossa romena
Padre Dan Vesea, della comunità ortodossa romena

Una Pasqua in streaming anche per i nostri fratelli ortodossi. Le due principali comunità presenti sul territorio – la parrocchia ortodossa romena guidata da padre Dan Vesea, e quella ortodossa russa che ha padre Serafim Valeriani come parroco – celebreranno la Pasqua domani, domenica 19 aprile, secondo i loro calendari liturgici.

Ma a causa delle norme anti-contagio da Coronavirus anche per loro le celebrazioni saranno senza la presenza dei fedeli. Tutte le celebrazioni sono state trasmesse e continueranno a essere trasmesse “sulla pagina Facebook dalla chiesa ortodossa di San Basilio – spiega padre Serafim Valeriani – a Bologna (l’altra parrocchia di cui è responsabile, perché a Ravenna manca il collegamento, ndr). Per tutta la Quaresima abbiamo fatto così: io vado a portare agli ammalati la Comunione e tengo aperta la chiesa ma nessuna celebrazione”.
In particolare, le celebrazioni del Triduo, sono state al mattino mentre questa sera dopo la Grande Liturgia, la chiesa resterà aperta fino a mezzogiorno per le benedizioni. “Già da prima dell’emergenza – spiega padre Serafim – la comunità trasmetteva in streaming la liturgia di Pasqua per gli ammalati. Uno strumento utile  ma speriamo di tornare presto a celebrare insieme”.

Appuntamento di Pasqua anche per i fedeli della chiesa ortodossa romena di Santo Spirito. Per tutte le celebrazioni, padre Dan Vesea (nella foto sotto) ha scelto la pagina Facebook della comunità, ma non per una vera e propria diretta: “L’immagine sarà fissa su un’icona – spiega – e ci sarà la mia voce a fare da guida. I testi della liturgia sono stati inviati prima per posta elettronica a tutti i fedeli”. Tanti fedeli (ma ovviamente meno del solito), in questa pandemia, sentono il bisogno di fermarsi in chiesa: “Ci sono testimonianze straordinarie di fede, che non dimenticherò”. Una consolazione nelle tante difficoltà di questo periodo.