Monsignor Mariano De Nicolò
Monsignor Mariano De Nicolò

Lo scorso 11 aprile si è spento a Montetauro (comune di Coriano, nel riminese) a 88 anni, dopo una lunga malattia, il vescovo emerito di Rimini, monsignor Mariano De Nicolò. Era nato a Cattolica il 22 gennaio 1932, era sacerdote dal 9 aprile 1955 ed era stato ordinato vescovo il 23 settembre del 1989. I suoi due fratelli sono Paolo, attualmente reggente emerito della Prefettura della casa Pontificia, e Pier Giacomo, arcivescovo e nunzio apostolico. Monsignor Mariano De Nicolò ha guidato la diocesi di Rimini per diciotto anni (1989-2007) e quella di San Marino-Montefeltro dal 1989 al 1995 ed è stato anche Cerimoniere del Papa per diversi anni.

Nel corso del suo episcopato riminese è intervenuto più volte sui temi di carattere sociale e politico, indicando sempre il valore della convivenza civile come bussola e riferimento per tutti. Va inoltre a lui il merito del restauro del Tempio Malatestiano, un’operazione che ha riportato la Basilica riminese al suo splendore. E’ stato inoltre promotore della nuova sede del seminario diocesano a Covignano, della sede e del nuovo assetto della Biblioteca e dell’Archivio diocesano e ha contribuito alla nascita dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Alberto Marvelli”.

Monsignor De Nicolò venne a Ravenna il 28 maggio 1997 in occasione del Congresso eucaristico diocesano indetto dall’allora nostro arcivescovo monsignor Luigi Amaducci, per celebrare la Santa Messa in Cattedrale. In quell’occasione, incentrò la sua omelia sul tema dell’immigrazione, affermando fra l’altro: “Possa Maria, che è stata tante volte pellegrina nella sua vita, aiutarci a vivere fino in fondo la virtù dell’accoglienza e farci scrutare sempre di più il mistero di Gesù presente nell’Eucaristia”. In un’altra occasione, venne in città per conferire le Cresime nella chiesa di Santa Maria del Torrione.

Julles Metalli