Foto d'archivio

In un giorno a Ravenna sono arrivati 10.000 euro di donazioni al fondo per la solidarietà alimentare e il Comune ha attivato l’account per donare anche attraverso Satispay. Le donazioni, spiega l’amministrazione, vengono usate dai servizi sociali in aggiunta agli 830.000 euro stanziati dal Governo, per acquistare buoni alimentari da distribuire a chi ne ha bisogno e per sostenere le mense solidali impegnate negli aiuti alimentari.

“Oggi sono doppiamente orgoglioso – commenta il sindaco Michele de Pascale – in primo luogo dei funzionari dei servizi sociali e del servizio finanziario del Comune, che nel giro di soli due giorni hanno reso operativi ed efficienti la distribuzione dei buoni spesa e il sistema per raccogliere le donazioni”. Il Comune di Ravenna è infatti “tra i primi in Italia a essere già completamente attivi nel mettere a disposizione delle persone le risorse per la solidarietà alimentare“.

Ma il sindaco è anche orgoglioso dei suoi concittadini “che in sole 24 ore hanno dato dimostrazione ancora una volta che Ravenna ha un cuore grande e che la nostra comunità conosce il valore dell’altruismo e della solidarietà'”.

Per donare si può fare bonifico (anche dall’estero) all’iban IT90K0627013100CC0000251518 (intestato a Comune di Ravenna; causale Fondo generi alimentari – Covid19), oppure con Gofundme, link alla campagna di raccolta fondi https://www.gofundme.com/f/Ravenna-dona-un-pasto-a-chi-e-in-diffic olta. Altre opzioni sono Facebook al link https://www.facebook.com/donate/152630832733562/152632459400066/op pure con Satispay al link https://tag.satispay.com/comunediravenna, a cui si accede anche dal sito del Comune di Ravenna.