La visualizzazione dell'iniziativa delle tre parrocchie
La visualizzazione dell'iniziativa delle tre parrocchie

Abbiamo iniziato ormai un mese fa, un po’ per caso dopo lo stop alle celebrazioni. Abbiamo pensato di vederci su Webex per la recita del Rosario per coinvolgere le famiglie e diciamocelo, anche i meno giovani della parrocchia abituati a incontrarsi in parrocchia per la recita del Rosario che non sono sempre occupati in video chiamate e video conferenze come i ragazzi. E’ stato il gusto di vederci, pregare insieme e continuare a sentirci comunità. Lo strumento non è poi così complicato: qualcuno è stato un po’ “guidato”, qualcun altro ha chiesto aiuto a figli o nipoti per installare la app.

La vera svolta è venuta quando ha iniziato a partecipare anche don Alessandro Saporetti, il nostro parroco, con lui abbiamo stabilizzato tre appuntamenti settimanali: lunedì (ad esempio stasera) il commento al Vangelo della domenica, mercoledì il Rosario e venerdì la Via Crucis. Ovviamente facendo parte di un’unità pastorale tutte le parrocchie sono state coinvolte, partendo dai membri del consiglio pastorale, i catechisti e via via genitori, il coro, come cerchi concentrici dopo che si getta un sasso nell’acqua, come le braccia in un abbraccio che si allarga e ci stringe.

Il don si collega alle 21 ma apriamo la riunione un po’ prima così ci raccontiamo un  po’ come va, condividiamo un po’ di emozioni e ci facciamo un po’ compagnia. Poi arriva don Alessandro e tutti bravi abbiamo imparato a spegnere il microfono e parlare uno alla volta, seguiamo sullo schermo i misteri o le stazioni e ci diamo i turni per leggere e pregare con ordine, siamo diventati bravissimi!

Le attività 2.0 o sono proseguite poi con la Veglia Pasquale e la messa di Pasqua in streaming e con l’augurio del coro sulle note di “Cristo è risorto veramente”. Abbiamo iniziato un po’ per caso, ma ci ha davvero allargato il cuore e, come dice una vignetta il Covid-19 ha chiuso le chiese, ma ne ha aperta una in ogni casa

Marta Caderbe (Scout Cervia 1)