Cominciano ad arrivare i primi riscontri dai tamponi effettuati in auto a Ravenna

Calano i nuovi casi e i decessi per Covid-19 in Emilia-Romagna. Per il secondo giorno consecutivo sono 20 i nuovi contagi (11 donne e 9 uomini) registrati nella provincia di Ravenna e per la seconda volta negli ultimi 16 giorni non ci sono stati decessi, che restano così a quota 41. In totale nel ravennate i casi totali sono 728, quelli nel comune di Ravenna a 330, complici i 15 casi delle ultime 24 ore. Nel territorio regionale, “appena” 467 casi, il secondo dato più basso dal 18 marzo a oggi, frutto di 2.177 tamponi in più, per un totale di 17.556 casi. Nelle altre province della Romagna, il totale dice 1.015 casi per Forlì-Cesena (di cui 546 Forlì, 20 in più rispetto a ieri, e 469 a Cesena, 18 in più), e 1.575 contagi per Rimini (22 in più).
Calano, e questa davvero è una bellissima notizia, i decessi: i 57 delle ultime 24 ore (1 a Forlì-Cesena e 6 a Rimini) costituiscono il dato più basso dopo i 47 morti registrati il 17 marzo scorso. Il totale complessivo ha raggiunto quota 2108.

I numeri nel ravennate Rispetto alle 20 positività comunicate una persona è residente fuori provincia. Quindici pazienti sono in isolamento domiciliare poichè completamente privi di sintomi o con sintomi leggeri, gli altri 5 sono ricoverati, nessuno in terapia intensiva. Sul fronte epidemiologico, si tratta principalmente di pazienti che hanno avuto contatti stretti con casi già accertati. Sono 15 anche le guarigioni cliniche (10 uomini e 5 donne) per le quali sono programmati i tamponi di verifica attraverso il sistema drive through. Tra i residenti nel Ravennate dall’inizio dell’infezione se ne sono verificate dunque 128 guarigioni cliniche, di cui 43 complete, cioè con doppio tampone negativo. Restano 476 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall’estero.

La geografia del contagio in provincia
330 Ravenna
109 Faenza
51 Cervia
50 Lugo
25 Bagnacavallo
19 Castelbolognese e Russi
18 Alfonsine
14 Cotignola e Fusignano
9 Massa Lombarda
8 Conselice e Riolo Terme
6 Brisighella
5 Solarolo
3 Sant’Agata sul Santerno
2 Casola Valsenio
38 residenti al di fuori della provincia di Ravenna

I numeri in Emilia-Romagna Numeri in calo rispetto a quelli degli ultimi giorni. Ci sono 317 persone in più in cura a casa rispetto a ieri e 372 le persone ricoverate in terapia intensiva: due in meno. In calo anche i ricoverati nei reparti non di terapia intensiva, che oggi sono 3.804 (-35). Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 2.397, 196 in più rispetto a ieri, “Qualcuno mi diceva che siamo a metà del guado – commenta il commissario per l’emergenza Sergio Venturi – io dico che cominciamo a vedere la sponda opposta del fiume, anche se dobbiamo stare particolarmente attenti”.

Obbligo di mascherina anche in E-R? La nostra Regione sta valutando l’obbligo di mascherina in Emilia-Romagna. Lo ha lasciato trapelare Sergio Venturi, confermando durante la diretta Facebook di oggi per l’aggiornamento sui dati, la notizia della distribuzione nei prossimi giorni dei primi tre milioni di mascherine (su quattro milioni di abitanti) ai residenti della regione. “Può darsi che nel ‘dopo’ ci sia anche l’indicazione di usare le mascherine, come ha già fatto qualche privato” per i propri dipendenti. “E’ un argomento su cui si sta discutendo in Regione anche con gli esperti e si valuterà il da farsi”.
Venturi ha osservato che il tema della obbligatorietà delle mascherine non si poteva porre in assenza dei presidi, fino a poco tempo fa molto difficili da reperire nelle farmacie. Ma ora la Regione si è impegnata, così come hanno fatto altre Regioni, per fornire i mezzi di protezione ai cittadini. Quindi il tema si pone.