Un momento dell'avvio della campagna di aiuti
Un momento dell'avvio della campagna di aiuti

La Conferenza episcopale peruviana (Cep), attraverso la Caritas del Perù, il Ministero della Difesa e “América Televisión” hanno lanciato la campagna di donazione “Aiutaci ad aiutare”, con l’obiettivo di raccogliere fondi per acquistare beni di prima necessità che, successivamente, saranno consegnati alle famiglie che vivono in condizioni di povertà e indigenza, in modo che possano sostenersi durante il periodo di isolamento sociale obbligatorio stabilito dal Governo peruviano, di fronte alla pandemia di coronavirus Covid-19.

Questa alleanza strategica, si legge in una nota della Cep, consentirà a oltre 30.000 famiglie vulnerabili di tutto il Perù di ricevere kit con cibo, igiene personale e prodotti per l’igiene e la pulizia. La campagna durerà 20 giorni e potrebbe essere estesa in base alle esigenze del caso. La cerimonia di lancio della campagna si è tenuta ieri nel Seminario maggiore di “San Martín de Porres”, situato nella diocesi di Chosica, con la presenza del segretario generale dell’episcopato peruviano e del vescovo di Chosica, mons. Norberto Strotmann, del ministro della Difesa, Walter Martos, e del responsabile delle risorse umane di América Televisión, Jaime Bedoya.

Al fine di consegnare queste donazioni alle famiglie più bisognose, il Ministero della Difesa ha messo a disposizione delle Forze armate, che sosterranno la Rete Caritas diocesana a livello nazionale nella distribuzione dei cestini e affinché la distribuzione venga effettuata in sicurezza.