La cartografia del progettodi completamento della fibra ottica in ambito portuale

È stata firmata oggi, venerdì 3 aprile, tra Lepida, società in house della Regione Emilia-Romagna, nella persona del direttore generale Gianluca Mazzini, e l’Autorità Portuale di Ravenna nella persona del presidente Daniele Rossi, la convenzione per completare la connessione in fibra ottica (Banda Ultra Larga) nell’ambito portuale di Ravenna.

La Banda Ultra Larga consiste in una rete in fibra ottica con capacità di ricevere e inviare dati ad altissima velocità. Questa rete consentirà agli operatori portuali collegati di operare con nuove straordinarie possibilità informatiche e digitali oltre che garantire maggiore efficienza nei collegamenti tra l’AdSP, le altre pubbliche amministrazioni e tutti gli stakeholder portuali.

Nel 2015 la stessa Lepida ha realizzato sul lato sinistro del Canale la rete di accesso alla Banda Ultra Larga fra la zona industriale Bassette e il Terminal Crociere di Porto Corsini, dove tra l’altro è attivo, grazie a questa rete, un servizio Wi-Fi libero e gratuito a favore principalmente dei crocieristi. Con questo nuovo accordo sarà possibile completare il progetto di connessione con fibra ottica di tutto l’ambito portuale tramite la posa di ulteriori 29 km di cavi che formeranno un anello intorno all’area portuale compreso l’attraversamento subacqueo tra Marina di Ravenna e Porto Corsini.

La Convenzione prevede che la realizzazione dell’opera, dopo avere ottenuto le autorizzazioni necessarie, si concluda in 4 mesi. La posa dei cavi in fibra permetterà in un secondo tempo anche l’accesso ad EmiliaRomagnaWiFi – la rete regionale WiFi libera e gratuita a disposizione dei cittadini.

Con questo strategico intervento il Porto della Regione Emilia-Romagna rafforzerà la sua competitività dotandosi di una infrastruttura digitale – è il commento di Andrea Corsini, assessore regionale alle infrastrutture e turismo, che ha seguito la finalizzazione dell’accordo – in grado di renderlo connesso attraverso la Banda Ultra Larga a tutto vantaggio delle imprese e dei terminal. Continua l’impegno della Regione per cablare tutto il territorio consapevoli che la competitività economica e produttiva richiede sempre di più grandi investimenti proprio sulle infrastrutture digitali come stiamo facendo“. 

Ugualmente l’ing. Gianluca Mazzini, Direttore Generale di Lepida, ha rimarcato la valenza strategica dell’investimento per favorire la transizione al digitale come più importante leva di sviluppo del territorio:  “L’interconnessione strutturata del Sistema Portuale di Ravenna completa alcuni investimenti infrastrutturali iniziati anni orsono in questa zona e permette la creazione di importanti ridondanze nell’infrastruttura regionale a disposizione di tutti gli Enti Pubblici e per la soluzione di problematiche di divario digitale. La transizione al digitale necessita di buone infrastrutture, al punto che queste devono essere una commodity assolutamente trasparente, per potersi concentrare sui servizi. Con il nostro Socio AdSP abbiamo trovato un’ottima collaborazione, partendo dalle infrastrutture per andare verso i servizi digitali”.

“L’Autorità di Sistema Portuale di Ravenna – commenta il Presidente dell’AdSP, Daniele Rossi – è impegnata nella diffusione della cultura digitale e dell’utilizzo dei servizi telematici da parte della comunità portuale. La nuova e più importante sfida per il futuro sarà proprio quella della completa digitalizzazione delle procedure e dei controlli. Restiamo a disposizione degli operatori interessati alla connessione per fornire tutta l’assistenza necessaria”.

Alle aziende del Porto sarà infatti offerta la possibilità di attivare contratti di connettività a condizioni tecniche ed economiche particolarmente vantaggiose consentendo loro di rendere più efficienti e più economici i processi amministrativi, ma soprattutto di svolgere la loro attività con una migliore sostenibilità ambientale.