Il commissario ad acta per l'emergenza Sergio Venturi

Per il terzo giorno di fila il territorio di Ravenna ha un trend stabile: nelle ultime 24 ore i contagi nuovi sono stati 29 (contro i 25 dell’1 aprile e i 22 di ieri) per un totale di 656 casi. Dei nuovi casi, 13 sono stati registrati nel comune di Ravenna (due in meno rispetto a ieri e mercoledì) per un totale tondo tondo di 300. Ma soprattutto, e questa è la notizia più bella di tutte, non ci sono stati decessi: non accadeva da oltre due settimane.

Non troppo diversa è la situazione complessiva della regione, dove nelle ultime 24 ore si contano 599 casi di positività (53 in più rispetto a ieri), sulla base di 3.535 tamponi per un totale di 15.932 contagi. I positivi sono meno del 20%. “Abbiamo passato un periodo in cui erano positivi 9 test su 10”, ricorda il commissario all’emergenza sanitaria Sergio Venturi.

I dati del ravennate Dei 29 nuovi casi registrati in provincia, 16 sono donne e 13 uomini. Due le persone residenti fuori provincia, venti i pazienti  in isolamento domiciliare, gli altri 9 sono ricoverati, nessuno in terapia intensiva. Sul fronte epidemiologico, si tratta principalmente di pazienti che hanno avuto contatti stretti con casi già accertati. Oggi non si sono registrati decessi, mentre sono 12 le persone guarite clinicamente: 7 donne e 5 uomini. Circa 600 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall’estero.

La geografia ravennate dei contagi
300 Ravenna
101 Faenza
47 Lugo
42 Cervia
19 Castelbolognese
17 Alfonsine e Bagnacavallo
16 Russi
12 Cotignola
10 Fusignano
9 Conselice e Massa Lombarda
8 Riolo Terme
5 Brisighella e Solarolo
3 Sant’Agata sul Santerno
2 Casola Valsenio
34 residenti al di fuori della provincia di Ravenna.

I dati del contagio in regione Ma anche nel territorio regionale si registra con soddisfazione il calo dei ricoverati nei reparti ordinari (3.915 oggi rispetto ai 3.944 che si contavano ieri) e di quelli ricoverati in terapia intensiva (2 in meno rispetto a ieri) per un totale di 364 – “e questo testimonia che dalla terapia intensiva si esce, adagio ma si esce”, sottolinea Venturi – ma anche il forte aumento delle guarigioni (189 in più) per un totale di 1852. Sono 91, invece, i decessi in regione (12 in più rispetto a ieri) per un totale complessivo di 1.902.I dati nel loro totale ci confortano – è la conclusione di venturi – e speriamo che lo facciano ancora di più nei prossimi giorni. Perché accada questo, dobbiamo rispettare le regole, essere più aggressivi verso i nuovi casi“.

Conferma a commissario per Venturi Intanto Sergio Venturi è stato confermato Commissario ad acta per la gestione dell’emergenza Coronavirus in Emilia-Romagna, con proroga dell’incarico, in scadenza domani, fino al 31 luglio 2020, data in cui termina lo stato d’emergenza nazionale decretato dal Governo.