L'adorazione della Croce, Venerdì Santo in Cattedrale
L'adorazione della Croce, Venerdì Santo in Cattedrale

Gesù conserva la sua dignità di re anche quando viene colpito, torturato e dimostra la sua regalità non dominando gli altri ma lasciandosi mettere in croce”. Così monsignor Lorenzo Ghizzoni, nell’omelia della liturgia del Venerdì Santo in Cattedrale, ha commentato il brano della Passione che quest’anno era tratto dal Vangelo di Giovanni. Insieme all’arcivescovo ha celebrato in diretta streaming sulla pagina Facebook del nostro settimanale, don Arienzo Colombo, parroco del Duomo e nel corso della celebrazione è stata letta la preghiera universale e si è tenuto il previsto momento di adorazione della croce.

“Dobbiamo meditare su quanto è avvenuto su quella croce – ha proseguito l’arcivescovo – perché, umanamente, un Dio che muore e si lascia uccidere è impensabile. Eppure Egli lo ha fatto proprio per sconfiggere la morte che ci teneva schiavi. Cristo, sulla croce, si è caricato di tutto il male del mondo e ha dato la vita per tutti gli uomini e per sempre. Ogni uomo si può fare inondare dalla grazia e misericordia di Dio che passa attraverso il suo sangue versato sulla croce”.

L’arcivescovo ha infine fatto riferimento a quanto affermato da papa Francesco il 27 marzo durante la preghiera universale in Vaticano. Il pontefice “ricordando tutti coloro che in questo periodo si sacrificano e si impegnano per il bene delle persone e della società – ha detto monsignor Ghizzoni – come i medici infermieri ed infermiere, i sacerdoti, ha ribadito l’importanza di affidarsi alla croce, in questo momento di prova. La croce di Cristo, ha detto il Papa, è la croce che ci salva, il timone che ci riscatta ed è la nostra speranza, da essa siamo risanati. Dalla croce Dio ci interpella, ci invita ad abbandonare la nostra frenesia per essere vicini ai nostri fratelli e per lasciarci guidare da Lui. Abbracciamo la croce per abbracciare la speranza”.

Prossimo appuntamento con il triduo, dalla Cattedrale, sarà sabato 11 aprile, con la Veglia pasquale alle ore 21 che sarà trasmessa da Teleromagna sul canale 14. Domenica 12 aprile, la Messa di Pasqua sarà trasmessa sulla nostra pagina Facebook e da Ravegnana Radio alle ore 11. Entrambe le liturgie saranno presiedute da monsignor Lorenzo Ghizzoni. Le dirette sono accessibili anche a chi non ha un profilo Facebook digitando su pc o lo smartphone www.facebook/watch.