Una veduta d piazza San Pietro
Una veduta d piazza San Pietro

“Quando, rinchiuso in cella, rileggo le pagine della Passione di Cristo, scoppio nel pianto”. È quanto si legge nella meditazione della prima stazione della Via Crucis che Papa Francesco presiederà sul Sagrato della Basilica vaticana oggi, venerdì 10 aprile, a partire dalle ore 21. L’ha scritta un condannato all’ergastolo che sta scontando la sua pena nella Casa di reclusione di Padova.
“Dopo ventinove anni di galera – prosegue – non ho ancora perduto la capacità di piangere, di vergognarmi della mia storia passata. Mi sento Barabba, Pietro e Giuda in un’unica persona”. “Se per qualcuno sono ancora Barabba – aggiunge – non mi arrabbio: avverto, nel cuore, che quell’Uomo innocente, condannato come me, è venuto a cercarmi in carcere per educarmi alla vita”.


Curati dal cappellano dell’istituto penitenziario padovano, don Marco Pozza, e dalla volontaria Tatiana Mario, i testi sono disponibili gratuitamente on line sul sito internet della Libreria Editrice Vaticana: al link www.vaticannews.va/it/lev.html. Il percorso rappresenta un invito alla riflessione sulla vita e sulla disperazione che scorre nelle carceri, un mondo molto caro a Papa Francesco. Si tratta di quattordici persone che, raccogliendo l’invito del Pontefice, hanno meditato sulla Passione di Nostro Signore Gesù Cristo rendendola attuale nelle loro esistenze. Tra loro figurano cinque persone detenute, una famiglia vittima per un reato di omicidio, la figlia di un uomo condannato alla pena dell’ergastolo, un’educatrice del carcere, un magistrato di sorveglianza, la madre di una persona detenuta, una catechista, un frate volontario, un agente di Polizia Penitenziaria e un sacerdote accusato e poi assolto dopo otto anni di processo ordinario.


“Accompagnare Cristo sulla Via della Croce, con la voce rauca della gente che abita il mondo delle carceri – si legge nell’introduzione – è l’occasione per assistere al prodigioso duello tra la Vita e la Morte, scoprendo come i fili del bene si intreccino inevitabilmente con i fili del male”.
Allo stesso link www.vaticannews.va/it/lev.html continua intanto a essere disponibile gratuitamente la versione continuamente aggiornata del libro ‘Forti nella Tribolazione’, che contiene le preghiere della tradizione e i testi delle omelie e degli interventi del Papa (disponibile nelle lingue italiano e spagnolo, nei prossimi giorni anche in inglese, francese e portoghese).
Nel corso della settimana è inoltre possibile scaricare dalla stessa pagina web: ‘Un abbraccio di Speranza. Pensieri di Papa Francesco ai malati’, a cura di padre Edmondo Caruana e Lorenzo Tagliaferri e, per i più piccoli, ‘La mia prima Bibbia illustrata’ a cura di Jesús Manuel Gonzáles y Mallo. I volumi sono messi a disposizione da LEV come sostegno e ispirazione spirituale in questi giorni difficili a causa della pandemia (Vatican News).