Le attività di divulgazione dell’assessorato alle Politiche europee del Comune di Ravenna non si fermano, e da maggio assumono una nuova veste: e-learning per le scuole e una tavola rotonda in streaming, in collaborazione con i volontari ‘EuRoPe’ e l’Università di Bologna.

L’assessore alle politiche europee del Comune di Ravenna Ouidad Bakkali spiega infatti che, anche se “la tradizionale giornata in cui oltre 100 giovani svolgono una simulazione di una seduta del Parlamento europeo è ovviamente rinviata, le iniziative di informazione e confronto non mancheranno, e il programma riparte proprio domani, in occasione della Festa dell’Europa“. E visto che “quest’anno la data è particolarmente significativa”, prosegue Bakkali, in primis perchè ricorre il 70esimo anniversario del ‘Discorso dell’orologio’ dell’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman, e in secondo luogo “per la situazione particolare e critica in cui versa la costruzione europea in questo 2020, segnato dalla Brexit e dalla pandemia Covid-19”, è stata organizzata una tavola rotonda in diretta streaming intitolata “9 maggio 1950-9 maggio 2020: da Schuman al tempo della pandemia. Rilanciare il processo di integrazione europea“.

L’evento potrà essere seguito dalle 11 di domani sulle pagine Facebook ‘EuRoPe Romagna’ e YouTube ‘EuRoPe Romagna’. Ne discuteranno Danilo Taino, inviato speciale, editorialista e a lungo corrispondente da Berlino del Corriere della Sera, Piero Ignazi, professore di Politica comparata dell’Università di Bologna, e Michele Marchi, professore di Storia contemporanea dell’Università di Bologna-Campus di Ravenna e responsabile scientifico del progetto ‘EuRoPe’. Interverranno, inoltre, la stessa Bakkali, Luigi Canetti, direttore del Dipartimento Beni culturali dell’Università di Bologna-Campus di Ravenna e Massimo Gaudina, capo della rappresentanza della Commissione europea a Milano.
A moderare l’incontro saranno i giovani volontari del progetto ‘EuRoPe’, Cristina Calvano e Ilario Salvemini, ma “tutti, cittadini e studenti, potranno commentare e fare domande”.