La provincia di Ravenna arriva alla Fase 2 col conforto dei numeri. Anche l’ultimo aggiornamento diramato dalla regione Emilia-Romagna conferma la quasi definitiva scomparsa del virus: un solo contagio nuovo registrato, nel comune di Ravenna, per un totale di 985 casi (2 negli ultimi 3 giorni) in provincia e 445 nel nostro comune. E nessun decesso. Ma anche l’intera Emilia-Romagna arriva meglio alla Fase 2: “appena” 206 nuovi contagi registrati, a fronte di 3871 tamponi in più effettuati (totale 192.135), come non si registravano dal 9 e dall’11 marzo scorso. Il totale complessivo sale a 25.850. In Romagna sono complessivamente 4.600 (23 in più), di cui 983 a Ravenna (1 in più), 902 a Forlì (7 in più), 693 a Cesena (2 in più), 2.022 a Rimini (13 in più).

I dati del contagio nel ravennate L’unica positività riscontrata fa riferimento ad un paziente che ha avuto contatti con una persona già positiva ed in isolamento. Si sono infine verificate ulteriori 14 guarigioni complessive più una guarigione clinica di paziente che effettuerà tampone di negativizzazione.
Sono circa 180 le persone che restano in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall’estero.

La geografia del contagio nel ravennate
445 Ravenna
127 Faenza
67 Lugo
64 Cervia
60 Russi
32 Bagnacavallo
29 Alfonsine
22 Castelbolognese
21 Fusignano
16 Cotignola
11 Massa Lombarda
10 Brisighella
8 Conselice e Riolo Terme
7 Solarolo
3 Sant’Agata sul Santerno
2 Casola Valsenio
51 residenti al di fuori della provincia di Ravenna

I dati del contagio in regione Detto del calo dei contagi, spiccano nei dati regionali, l’incremento delle nuove guarigioni, che oggi sono 332 (12.913 in totale), e il calo dei casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: – 161, passando dai 9.484 registrati ieri ai 9.323 odierni. Sono 6296 le persone in isolamento a casa (-87 rispetto a ieri), 196 (-1) le persone ricoverate in terapia intensiva e -79 quelle ricoverate negli altri reparti Covid.

Unico dato negativo di giornata il numero dei decessi, 35 (18 uomini e 17 donne), di cui 3 in provincia di Forlì-Cesena e 2 nel riminese.. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 3.614.

Venturi: “Prudenza e testa sulle spalle”
E’ la raccomandazione del commissario per l’emergenza coronavirus in Emilia-Romagna, Sergio Venturi, in vista dell’avvio della Fase 2 da dopodomani, lunedì 4 maggio. “Mi auguro che questo trend e questo record registrato oggi – ha affermato Venturi, durante la diretta Facebook di questo pomeriggio -sia rapidamente superato nelle prossime giornate; stiamo andando bene, senza rimbalzi. E mi auguro che anche la prossima settimana, sapendo che la gran parte delle attività riaprono, tutti manteniamo la testa sulle spalle, mantenendo il distanziamento fisico e stando al sicuro al lavoro, nelle nostre case e nelle passeggiate che faremo”. Il commissario lo ripete più volte. “Stiamo al sicuro – raccomanda – quindi prudenza, quella prudenza che abbiamo imparato in queste settimane e che dobbiamo mantenere anche nelle prossime, per riacquistare ancora di più la libertà di cui abbiamo tanto bisogno”.

Nuovi infermieri in arrivo Fra ieri e oggi è arrivato in stazione a Bologna un nuovo contingente di infermieri volontari inviato dalla task force nazionale. Si tratta di 15 infermieri, quattro dei quali destinati all’Ausl Romagna. Dall’inizio dell’emergenza, sono arrivati in Emilia-Romagna cinque contingenti di infermieri, per un totale di 84 professionisti, e quattro di medici (56 in tutto). Dal Dipartimento nazionale di Protezione civile sono poi arrivate oggi 700.000 mascherine di vario tipo, oltre a 18.000 provette per i test e 18.000 tamponi per campioni rino-faringei.

Scout in prima linea
Intanto, come riporta l’agenzia Dire, cresce il numero degli scout che si danno da fare per l’assistenza delle persone più fragili. La netta maggioranza è under 40 (83%) e oltre la metà ha meno di 25 anni (54%). Circa la metà degli scout confeziona pacchi viveri e consegna a domicilio la spesa, mentre il 21% confeziona e distribuisce le mascherine nei propri Comuni. Circa 50 volontari offrono compagnia alle persone anziane, con servizio di contatto telefonico. A livello territoriale, la presenza degli scout di Agesci conta 1.288 volontari, di cui 101 a Ravenna.